Autostima

Mi sento sbagliato per la vita che conduco sin da piccolo, e così facendo la complico.

Davide

Condividi su:

Buongiorno a tutti, sono Davide e ho 23 anni.
All età di 9 mesi mio padre fu arrestato per tentato omicidio, lasciando me e mia madre soli per 8 anni.
Sin da quando iniziai a frequentare l asilo all età di 3 anni per via di stupidi pettegolezzi e pregiudizi da parte della gente del paese i miei compagni mi bullizzavano mi prendevano in giro perché balbetto e mi lasciavano sempre e dico sempre isolato; nemmeno le maestre facevano qualcosa per me. (Racconto le cose che penso mi abbiano segnato)
Alle elementari la medesima cosa.
Quando dopo 8 anni di carcere mio padre tornò, alzava le mani a mia madre e anche a me, non c’era giorno in cui io e mia madre non subivamo violenze.
Fortunatamente mia madre un giorno si prese di coraggio e lo lasciò, creandosi una nuova vita con un altro uomo.
Mio padre divenne totalmente assente e io desideravo la sua presenza più di ogni altra cosa; anche se ogni volta che stavamo insieme in un modo o in un altro trovava la scusante per alzarmi le mani. Un giorno di giugno dell anno 2015 mio padre mi chiamò chiedendomi di vederci, io avevo già capito dal tono di voce che voleva farmi del male, ma, amandolo più di me stesso ci sono andato ugualmente. Fu il giorno più pesante della mia vita: salì in macchina, e lui si parcheggiò con il mio sportellò attaccato ad un muro (così da non farmi scappare) e senza dire una parole mi afferrò dalla testa e mi diede una testata sul naso frantumandomelo, fortunatamente sono riuscito a mantenere i nervi saldi e con una gomitata ( mentre lui mi assaliva nonostante io già fossi ricoperto di sangue per via del naso) riuscii ad uscire dal finestrino malgrado qualche taglietto causato dal vetro rotto. Scappai e lui mi rincorse con l auto tentando di investirmi; la strada era a mio favore ( doppio senso e una campagna dall altra parte della strada divisa da un muretto) quindi riuscì a scappare andando dritto all ospedale e svenendo una volta entrato. I fratelli di mio padre ( i miei zii) mi costrinsero a non esporre denuncia ma a chiarire. Quindi quando sono andato da lui dopo l’operazione al naso avvenuta una settimana dopo per avere delle spiegazioni riguardo l aggressione, lui mi rispose che lo aveva fatto perché qualcuno gli aveva detto che io facevo uso di cocaina. A quel punto io andai a fare il droga test in una clinica e portai il resoconto a lui, e incredulo nel vedermi “pulito” mi disse che la persona che gli aveva detto che io mi drogavo era in rianimazione a causa della bugia che aveva detto, e che una volta ripreso me lo avrebbe presentato per farmi riscattare. Non ho mai visto questa persona e dubito pure che esista, so che lui mi ruppe il naso solo ed esclusivamente per le problematiche mentali che lo affliggono da tutta una vita. Poi sono successe altre cose simili che non sto qui a dirvi ma vi dico che mi hanno portato ad allontanarmi definitivamente da quell uomo.
La sua presenza/assenza nella mia vita mi ha “formato” in malo modo, ho molti problemi sociali ed emotivi, faccio uso di marijuana per riuscire a staccarmi dal mondo, lo faccio ormai dal 2014 ( si ho iniziato presto perché ho sempre voluto “avvelenarmi”). Continuò ad avvelenarmi in ogni modo, tradisco la mia ragazza, mi chiudo in me stesso, non sto mai bene mentalmente e mi sento stretto Nella mia vita. Ho un contratto di lavoro Fino a novembre e ho paura di arrivare a novembre perché una volta finito il lavoro tornerò ad essere un fallito buono a nulla. La cosa che mi fa male è che so di essere intelligente e molto capace, ma NON RIESCO MAI ad applicarmi, ho sempre paura del confronto, mi sento nessuno ma nello stesso tempo so di essere migliore della gente che mi circonda. Scusate il mio discorso non ha senso.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Solo la madre è madre biologica! Il padre non è mai biologico! Il padre è il travicello principale del socio-culturale... Cercatene uno! Leggi, guarda film, vai allo stadio, muoviti... Fuori c'è qualcuno che fa al caso tuo che sarà felice di averti come figlio simbolico! Fai come Telemaco nei primi libri dell'odissea! Gira per le isole in cerca di Ulisse e lascia perdere i Proci!...


consiglio la lettura del libro di Recalcati IL COMPLESSO DI TELEMACO


Buona fortuna


 

Caro Davide, la sua lettera ha un senso, eccome! Vi è molto dolore perchè la propria storia sembra scritta dalla violenza e ingiustizia in cui è stato immerso sin da piccolo.


Violenza che non le appartiene, Davide, e dalla quale deve distaccarsi con ogni mezzo, perchè LEI E' TUTT'ALTRO.


Facile? Per niente, ma necessario; investa tutte le sue energie per imparare a pensarsi degno d'amore e costruirsi una vita che le assomigli.


I nodi da dipanare sono parecchi, me ne rendo conto, ma niente è ora più importante per lei che imparare ad amare se stesso. Poi il resto diventerà più facile, mi creda.


Si rivolga al CSM o al consultorio della sua zona e inizi questo percorso, lo faccia prima possibile, valutando pure di trasferirsi, se necessario.


Resto a disposizione privatamente, se crede. In bocca al lupo 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Autostima"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Bassa autostima

Salve sono una mamma di un ragazzo di 13 anni, il problema di mio figlio e che vedo nonostante il ...

3 risposte
Piango tutte, o quasi tutte le notti, e non so come smettere

È da molto tempo ormai che spesso di notte piango per varie ragioni, infatti di notte inizi&o ...

3 risposte
Come posso vivere serena, senza essere condizionata dal giudizio di mia madre?

Ho una madre che da sempre condiziona la mia vita e che, anche a distanza di 40 km (non vivendo da ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.