SOS scuola

Lucia

Salve,
Mia figlia ha 12 anni e frequenta la 2 media. Premetto che negli anni delle elementari ha sempre avuto ottimi voti, è sempre stata autonoma, curiosa e caparbia (a volte anche un po' superba, dato che eccelle a in tutte le materie).
L'anno scorso ha iniziato le medie e ho iniziato a notare qualche cambiamento di carattere ma soprattutto di integrazione sia con i compagni che con alcune insegnanti. Mi diceva frasi del tipo :"non ci riesco" e "non sono capace". La pandemia e la DAD non hanno fatto altro che accrescere questa sua insicurezza. Quest anno, dopo varie domande da parte mia e di mio marito, finalmente, come un fiume in piena, ha vomitato tutta la sua rabbia accumulata. Mi ha detto che alcune insegnanti a parere suo la bullizzano, non apprezzano gli sforzi che fa, gli ripetono costantemente che non studia ( anche se studia con me) e che ogni qualvolta prende un bel voto orale o scritto, alcune compagne contestano con le prof.
Mi serve un consiglio!
Devo cambiarla di classe?

3 risposte degli esperti per questa domanda

Salve,

la mia indicazione è quella di avere un colloquio con le insegnanti così da capire e comprendere bene quali sono le dinamiche che hanno portato a ciò , successivamente se non vi è nessun riscontro chiedere un incontro con il dirigente.

Intanto indico un lavoro di supporto alla ragazzina così da lavorare su questi suoi vissuti.

Rimango a disposizione

Saluti

dott.ssa Margherita Motta

Buongiorno Lucia, mi dispiace per sua figlia, forse in prima battuta dovrebbe provare a chiedere un colloquio con le insegnanti e farsi spiegare nel dettaglio come sia la situazione a scuola nei confronti di sua figlia. Dopodichè come ultima ratio può pensare ad un cambio di scuola, ma prima vale la pena provare a capire e poi forse sua figlia potrebbe avere bisogno di qualche colloquio per un supporto psicologico per la gestione dell'anisia che la affligge. E' corretto, come state facendo, sostenere e dare ascolto alle esigenze dei ragazzi per poterli aiutare al meglio.

Le auguro una buona giornata

Cordiali saluti

Dottoressa Saracino Alessia

Salve Lucia, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio connesso e la sua preoccupazione di mamma. Immagino quanto questa situazione possa essere impattante nella sua quotidianità.

Ritengo fondamentale che Lei possa richiedere un consulto psicologico per esplorare meglio la situazione con ulteriori dettagli, aiutare la ragazza ad elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi alle varie situazioni scatenanti e cercare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.Anche qualche colloquio con la ragazza credo possa essere utile per inquadrare meglio la situazione dal suo punto di vista.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL