Insonnia

Gio

Salve sto attraversando un terribile periodo dove ho problemi di insonnia grave premetto che passo tanto tempo a pc e cell. da 10 anni a questa parte..ultimamente sto assumendo integratori a base di erbe contro la mia ansia, non vivo una situazione facile ne economicamente ne socialmente, mi ritrovo sola senza lavoro e le mie ultime frequentazioni sono state con soggetti narcisisti patologici che hanno aggravato il mio già fragile equilibrio..la notte non riesco a lasciarmi andare..paura della morte? perdere il controllo non lo so...ma so che ho paura di non uscire più da questo vicolo cieco, ho contattato uno psicologo e a breve inizio un colloquio..ma non so più cosa fare e sono qui..spero in una risposta

3 risposte degli esperti per questa domanda

La risposta può essere complessa.

Due righe per farle capire cosa penso io che nello specifico mi occupo di problemi di coppia:

1- da quello che leggo il rapporto con sua moglie non è mai decollato e non c’è mai stata una vera condivisione progettuale;

2- vivete già da tempo come due single (uno dedito al lavoro, l’altra alla casa)

3- l’incontro con questa nuova donna le porta gioia sicuramente;

4- nella consapevolezza che il vostro rapporto non andava non avete chiesto aiuto a uno psicoterapeuta e sinceramente adesso siamo andati un po’ oltre

Detto questo mi viene da pensare che la scelta sia stata fatta e che bisognerebbe provare a parlarsi sinceramente per salvare la stima dell’altro ma anche la propria. Capisco che cercare di restare nel matrimonio per un figlio sia comprensibile ma spesso scelta non congeniale. I bambini/ragazzi non crescono bene in un clima di assenza d’amore e potrebbero apprendere che volere bene e amare una persona può significare relazionarsi in maniera fredda, distaccata. Inoltre esiste un segreto e proprio perché tale porta il suo carico di problemi. Lei non può essere sincero fino in fondo (almeno che non se la senta a fare il contrario) e tenere con se questo segreto è gravoso per lei quando è in famiglia.

Quindi, faccia un bel respiro e pensi a come cambiare la sua vita ponendosi in maniera rispettosa verso tutti ma anche verso se stesso. Per questo passaggio le potrebbe tornare utile l’aiuto di uno psicoterapeuta che l’accompagnerebbe con professionalità e competenza.

Saluti

 

Salve, se ha già contatto uno psicologo e deve iniziare racconti il suo vissuto e la sua ansia,sono sicura che può aiutarla...Non capisco come potrei seguirla se ha già fissato un colloquio non ha senso che le suggerisca qualcosa se prima non la conosco. Rimango a disposizione qualora lei non si trovi bene e decida di cambiare psicoterapeuta. 

Saluti.

 

 

 

 

 

 

Buongiorno,

Ha fatto la scelta giusta! Probabilmente è necessario un lavoro psicologico che dia un significato al disagio che sta vivendo. Esplorare in un ambiente sicuro come il setting psicologico passato e presente con uno specialusta del funzionamento umano.

Serve una buona motivazione intrinseca, cioè un senso di amor proprio che le permetterà di investire nel percorso psicoterapeutico per ottenere risultati duraturi e al termine del quale raggiungere l'agognata serenità.

Tanti auguri!