Psicoterapia

Come comportarsi con una cognata invadente?

Sara

Condividi su:

Buongiorno,
Per l’ennesima volta, anche in occasione della prima comunione della mia prima figlia c’è stato l'intervento immediato di mia cognata ( soprattutto lei, ma poi della stessa idea sono la mamma e l’ altra cognata). Per cui non va mai bene come io e mio marito organizziamo le cose. Per cui il fatto di aver organizzato un rinfresco il pomeriggio e non poter invece venire a messa e andare ad un pranzo come solitamente si fa è diventato un problema di stato. Premetto che al rinfresco mia mamma non vuole partecipare perché non se la sente causa COVID ed allora mi ha chiesto se volevo fare un pranzo da lei veloce prima del rinfresco con tutti.
Insomma mia cognata mi ha lasciato tutta una serie di messaggi insultandomi di considerarla di serie b, di essere anormale, di non considerare la famiglia come si deve, di averli sempre Messi da parte, di non fare mai le cose come fanno tutti, di aver trasformato suo fratello etc etc
Io sono stanca, stesse scene a battesimi, compleanni, tutte le occasioni in cui io e mio marito organizziamo qualcosa...
Ho già l'ansia a pensare alla futura comunione della mia seconda bambina.
Come posso fare? Ho paura di ammalarmi con questa che mi perseguiterà tutta la vita, e poi mi mette sempre in cattiva luce davanti agli occhi di mio marito...ma non posso neanche tagliare i ponti perché è sua sorella..
Premetto che mio marito per fortuna la pensa come me, ha anche litigato forte con sua sorella al telefono l'altro giorno ma mi spiace per lui è poi ho paura che un giorno magari lei ce la faccia a farci litigare in maniera pesante...

Grazie per l'ascolto

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Sara. La situazione è di certo spiacevole, ma non, purtroppo, insolita. Sarebbe utile indagare, se lo ritiene opportuno, il tipo di rapporto che si è andato sviluppando tra lei e la famiglia di suo marito nel corso della relazione; inoltre, un confronto tra i significati che vengono da voi attribuiti alla relazione amorosa potrebbe fare luce sui diversi modi che avete di vivere la situazione e di reagire ad essa. Potrebbe rimanere sorpresa dall’universo di significati che potenzialmente stanno dietro ad una situazione come la sua e di come potreste trovarne tutti giovamento.
Mi rendo disponibile per un consulto più approfondito ed eventualmente un percorso più aderente alla sua specifica situazione, così da cercare insieme una via d’uscita da questa situazione di sofferenza.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non capisco questo momento.

Buongiorno, sono una signora di 49 anni, ho una bella famiglia con un marito e una figlia che mi ...

5 risposte
Vorrei andare da uno psicologo ma non so come fare

Buona sera, sono una ragazza di 17 anni e da un po' ho cominciato a pensare di voler andare dallo ...

1 risposta
Cosa ne pensate?

Salve, da tanto tempo avevo in mente questa domanda...il discorso è molto lungo ma cercherò di ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.