Psicoterapia

Mia madre non mi lascia vivere

Anonimo

Condividi su:

Ho chiuso volutamente i rapporti con i miei, da più di un anno e mezzo.
Il motivo è che ho subito diversi maltrattamenti sia fisici che psicologici, per 25 anni, oltretutto i miei sono tipi che vogliono comandare su tutto e su tutti, insultano continuamente, criticano tutto e tutti, mi hanno fatta passare per incapace di intendere e volere per ottenerne guadagni, accusa caduta quando ho fatto con mio marito una visita all'USL e mi hanno fatto un certificato che sono sanissima ... a loro interessano solo i soldi (a buon intenditore poche parole).
Mi sono sposata, ho un bimbo e vorrei farmi la mia vita, solo che mia madre è un anno e mezzo che cerca incessantemente di avere mie notizie per divulgare e controllare la mia vita, ignorando i messaggi di mia madre (che mi manda sui social network), ero convinta che avrebbe desistito, ma nulla da fare, dopo un anno e mezzo che la ignoro e lei mi assilla, ho optato per il dialogo, ma in modo molto brusco, insistendo continuamente che mi deve lasciare in pace e farmi vivere la mia vita in santa pace.


Nulla da fare, puntualmente ogni giorno invia messaggi su messaggi chiedendomi cosa faccio, dove abito ecc... sta diventando una vera tortura. Mi consigliate una soluzione?

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno sig.ra,


la situazione, da come la descrive, sembra abbastanza pesante. Sarebbe importante bloccare sua mamma sui social e, se continua, pensare allo stalking....


Mi faccia sapere.


 

Gentile Signora,


se ritiene di volere realmente chiudere il rapporto con sua madre, non è certamente a sua madre che deve chiedere "di lasciarLa in pace”, visto che le ha dimostrato in questo anno e mezzo di avere tutt’altra intenzione!


Se, al contrario, Lei desidera intimamente riaprire il rapporto, allora sarà bene che Lei chiarisca a se stessa in quali termini e condizioni intende ri-impostarlo. Perchè, per trovare una soluzione per sé stessa soddisfacente, è necessario prima che Lei rifletta a fondo su cosa vuole realmente e su come intende perseguirlo (deve esserLe chiaro, infatti, che la libertà interiore è una conquista personale e non una concessione esterna).


Attivare un processo di autoanalisi, ovvero di ascolto dei suoi attuali sentimenti nei confronti dei suoi genitori sarà, quindi, fondamentale per riuscire a integrare i suoi pensieri, sentimenti e azioni in modo coerente. Compito questo, come ha gia' sperimentato, affatto banale!


Data la sua difficoltà, Le suggerisco di avvalersi di persona di un aiuto professionale.


Saluti cordiali!


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Massaggio durante seduta percorso bioenergetico

Buongiorno, da anni seguo la terapia bioenergetica, ho fiducia nel terapeuta e sto continuando volen ...

1 risposta
Mio figlio non vuole vedermi

Salve, mio figlio a seguito della scoperta sul mio cellulare di uno scambio di messaggi molto eroti ...

5 risposte
Indecisione...

Salve, sono nel pieno di una crisi sentimentale e non riesco ad uscirne... sono stata fidanzata 4 ...

9 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.