Psicoterapia

Vorrei andare da uno psicologo ma non so come fare

Anna

Condividi su:

Buona sera, sono una ragazza di 17 anni e da un po' ho cominciato a pensare di voler andare dallo psicologo del consultorio, così l'ho riferito a mia madre, e nonostante mi avesse detto che l'avrebbe fatto poi non ha mai prenotato anche se gli ho ripetuto più volte che lo dovesse fare. Uno dei motivi principali perché vorrei andarci è perché ho avuto alcuni pensieri autolesionistici ma che non si sono mai tramutati mai in vero e proprio atto. Anche perché ho sempre pensato che non avesse senso farlo, però questo è stato un mese un po' così, quindi non saprei... Forse sto avendo questi pensieri perché voglio sfogare lo stress in qualche modo. Mentre il secondo motivo è che ci sono alcune cose che mi preoccupano. Sono una persona con la testa spesso fra le nuvole, vivo un po' nella mia immaginazione (cosa che continuo a fare da quando avevo 6 anni tra l'altro), sono sbadata il più delle volte, mi dimentico molte cose, ho tanti pensieri nella testa, e la notte quando non c'è nessuno tendo ad essere molto movimentata, ho un carattere un po' scontroso e sono testarda. Ho notato che da circa l' elementari i miei voti a scuola hanno cominciato a scendere sempre di più, principalmente perché ho cominciato a fare di meno i compiti, a procrastinare o in generale a non farli proprio o a farli a metà , e ad avere difficoltà nello studio. Soprattutto perché ci metto almeno tre ore per studiare solo 2 pagine e dopo averle fatte, non riuscivo più ad andare avanti e semplicemente non mi entrava più nulla in testa. Per questo i miei genitori hanno sempre pensato che fossi svogliata. Anche io ho provato a capire perché mi comportarsi così, però semplicemente non c'è un motivo per il quale non riesco a studiare/fare i compiti o rimandarli. Cioè le materie non sono così assurde, anzi ce ne sono alcune che mi interessano, però per qualche motivo non riesco comunque. In classe tendo ad essere distratta poiché mi metto a disegnare durante la lezione, quindi a meno che non ci diano qualcosa da scrivere, sono sempre persa tra i miei pensieri. Inoltre recentemente mia madre si lamenta spesso perché a volte mi dice di fare qualcosa però poi non la faccio, quindi dice che non l'ascolto. Il punto è che io l'ascolto ma semplicemente mi passa di mente. Come se non me lo avesse mai detto. Tendo spesso a dimenticare dove metto le cose. In generale non ho una grande memoria. Ma i miei genitori dicono che sia solo perché non mangio molta frutta o verdura. Di tanto in tanto faccio dei piccoli errori di scrittura, come scrivere le cose due volte. Inoltre procrastino anche le cose che mi piace fare. Mentre il terzo motivo per cui vorrei vedere uno specialista è perché tendo ad essere ansiosa/nervosa quando sono in contesti sociali o in generale in luoghi pubblici, a volte ci sono degli episodi in cui questa ansia/nervosismo sia molto più pesante e capita soprattutto quando parlo davanti a molte persone. Ed è anche uno dei motivi per cui alzo raramente la mano a scuola per fare domande. Quindi mi chiedevo se ci fosse un modo per potermi mettere in contatto con qualcuno che mi possa aiutare, senza i miei genitori, visto che diversamente non riesco a trovare una soluzione.

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Anna. L’idea di rivolgersi ad un consultorio mi sembra adeguata per il suo caso e le rendo noto che è possibile per i minori fare un primo colloquio senza il consenso dei genitori. In questo modo non voglio in alcun modo spingerla ad andare all’insaputa dei genitori, il miglior modo per affrontare queste situazioni è il dialogo e rendere nuovamente nota la sua necessità, così da cercare una soluzione insieme.
Un percorso con un esperto, comunque, potrebbe aiutarla a fare chiarezza sui pensieri che dice di avere e per indagare tutti quegli aspetti di sé che riporta e capire come lei “funzioni” nei vari ambiti di vita.
Il consiglio è dunque quello di cercare il dialogo, tenendo a mente la possibilità di cui le ho parlato sopra. Se in futuro avrà bisogno di un supporto più approfondito, mi rendo disponibile anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Sesso nello studio del terapeuta

Salve, mi chiamo Francesco e da circa 1 anno sto vedendo un terapeuta e mi trovo benissimo, abbiamo ...

1 risposta
Ansia

Salve Ho 22 anni, frequento l'università e ormai da 1 anno le lezioni in DAD. Sono fidanzato ...

2 risposte
Genitori oppressivi e con pregiudizi

Salve, sono una ragazza di 28 anni, da un pò frequento un ragazzo che i miei genitori hanno ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.