Da circa 20 giorni ho la febbre, può essere legata allo stress e ansia?

Luca

Da circa 20 giorni mi e' comparsa una febbre asintomatica che nell'arco della giornata può arrivare a 38,5 ( la sera) e poi va via spontaneamente senza l'uso di medicinali, mi accorgo perché mi vengono i brividi di freddo. Sono andato anche in ospedale dove sono stato ricoverato per 2 giorni, gli esami vanno tutti bene ora ho fatto anche degli esami infettivologici le cui risposte arriveranno tra un mese.
Vengo da un periodo di stress, sono di carattere ansioso e sto prendendo lo Xanax, è un periodo in cui sono sotto pressione con il lavoro e dove da un anno circa sto ricoprendo un ruolo in azienda importante in cui pero mi sento inadeguato..
Negli ultimi 2 mesi è stata una continua processione dal mio medico per vari piccoli problemi tipo emorroidi, afte, otorino per cisti alla gola etc etc.
Questa febbre mi fa alti e bassi, è capitato ieri l'altro di non averla per tutto il giorno pensando di esserne uscito, ma poi ieri sera nuovamente 38,5 e il mondo che mi cade addosso.
Puo veramente lo stress fare tutto ciò?

4 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno Luca, ti descrivi con un carattere ansioso, scrivi del periodo di stress, della pressione sul lavoro e del tuo senso di inadeguatezza. Se da tutti gli esami clinici non risulta nulla potrebbe trattarsi di disturbi psicosomatici. In questo caso potrebbe esserti utile perlare con un esperto che possa aiutarti a lavorare sulle emozioni e sui tuoi vissuti facendoli emergere in modo sano.

Probabilmente tutti i mali di cui parli sono espressioni di disagio di cui qualcosa hai già scritto.

Resto a disposizione.

Salve,

Quello che definisce "stress" è un insieme di fattori complessi che lei stessa in parte riporta nel messaggio. Di certo anche se ci fosse un quadro particolare da un punto di vista fisiologico, il modo con il quale stà affrontando il lavoro  e altro non aiuta un eventuale recupero. Quindi nel suo quadro qui descritto in modo generico, lo stato stressante incide sul suo organismo. Ricordi che mente e corpo vanno di pari passo. Per poterla aiutare in dettaglio, contatti uno psicoterapeuta nella sua zona, che può aiutarla a gestire meglio l'attuale situazione, e se presente, un eventuale stato infettivo. Si ricordi il problema non sono gli eventi in sé ma il nostro modo di rispondere agli eventi.

Auguri per tutto.

Gentile Luca, 

Ha fatto molto bene a rivolgersi, prima di tutto, al medico per ricercare una causa organica della sua febbre, che non mi risulta possa derivare "dallo stress" , almeno non così elevata e altalenante. 

Attenderei gli esiti degli esami infettivologici e solo dopo questi (se tutti negativi) prenderei in esame ipotesi di tipo più "psicologico".

Molti auguri. 

Carissimo,

lo stress influenza direttamente il nostro sistema immunitario e può essere causa primaria o secondaria di vai sintomi o patologie vere e proprie (somatizzazione).

Alcuni caratteri o tipologie di persone sono molto sensibile a tali fattori. Se vuoi puoi pensare di avviare un lavoro psicologico-psicoterapeutico per fare chiarezza sulle tue caratteristiche soggettive di affrontare il mondo e magari acquisire nuove capacità di gestione dello stress.

Rimango a disposizione per qualsiasi richiesta o domanda.

 

Un saluto