Varie

Brevità della vita

Andrea

Condividi su:

Gentili Dottori buongiorno,
ho 34 anni e vi scrivo per chiedere il vostro gentile parere in relazione a sensazioni e pensieri opprimenti che da parecchio tempo mi accompagnano e precisamente relativi alla percezione, che mi spaventa molto, che il tempo passi troppo velocemente e la vita sia troppo breve.
Spesso mi trovo infatti a pensare che gli anni della vecchiaia giungeranno molto rapidamente e mi troverò velocemente alla fine del mio percorso. Guardandomi indietro infatti quasi non mi capacito di essere già giunto a questa età.
Nonostante abbia provato in diverse maniere ad arginare il pensiero, questo si fa ultimamente piuttosto ricorrente, causandomi una sorta di paralisi e periodi piuttosto lunghi (anche un mese) di protratta inattività.
In questo momento sto affrontando un grosso concorso (che richiede anni di studio) per superare il quale ho deciso un anno fa di lasciare il lavoro. Già in tre occasioni ho però dovuto interrompere lo studio per il ricorrere del pensiero opprimente di cui sopra, accompagnato alla ricerca e all’angoscia per la sensazione di una generale mancanza di senso della vita.
Dall’inizio del mio percorso universitario, 15 anni fa, ho sempre alternato studio e lavoro, non proveniendo da una famiglia particolarmente abbiente. Ho sempre avuto ottimi riscontri dagli studi, ma la scelta del percorso non è stata basata sull’effettivo interesse personale, quanto sulla speranza (ingenua) di avere un lavoro tranquillo che mi consentisse di mantenere una famiglia.
Negli ultimi anni le occasioni sociali si sono via via diradate, considerato anche che molti amici hanno iniziato a metter su famiglia. Io al contrario sono rimasto perennemente single (nemmeno storie occasionali), con la sensazione latente di essermi ormai precluso il mondo degli affetti.
Mi chiedo se la sensazione di velocità sia in qualche modo giustificata e condivisa o se questa sia distorta ed esclusivamente frutto del mio vissuto, in relazione al quale penso che dovrò comunque mettere in atto dei cambiamenti.

Grazie mille

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Andrea,


la ringrazio per la chiarezza con cui ha esposto i suoi pensieri e le sue preoccupazioni e credo che molti, leggendola, troveranno in loro sentimenti simili.


Lei pone domande relative al senso della sua vita, al trascorrere del tempo e alle sfide che giorno per giorno ciascuno, dal suo versante, deve affrontare. Possiamo mettere a tacere queste domande, possiamo nasconderci, possiamo distrarci...ma alla fine comunque ritorneranno a bussare alle porte della nostra esistenza.


Molti cercano risposte in strutture di pensiero già date, nelle filosofie e nelle ideologie; certamente in molte di queste vi si possono trovare degli spunti interessanti ma non sufficienti, perchè per quanto profonde e adeguate sono "altro da noi"


Ciascuno è chiamato comunque ad esplorare la propria esistenza, nei pensieri, nelle emozioni, nelle dinamiche consapevoli ed in quelle incoscie; questa credo sinceramente sia la strada più opportuna rispetto a quanto sta chiedendo.


Cordialmente.

Caro Andrea, situazione psicologica complessa ma che va affrontata. In che modo?


Cercando di cambiare le lenti con cui guarda il mondo e la vita. Solo dopo questo passaggio potrà guardarsi intorno e comprendere che a 35 anni è tutto ancora da decidere e scoprire, che non tutti mettono su famiglia, che si può vivere e amare in qualunque momento del percorso di vita, ecc. Percepisco una grande sensibilità ma anche una scarsa attitudine a cogliere gli stimoli dell'ambiente.


Però lei avverte l'urgenza di apportare cambiamenti ed è questa sensazione che le permetterà di cambiare rotta. Si faccia aiutare da un professionista serio, potrà consentirsi una sterzata importante nel modo di approcciarsi alla vita, modificando appunto i suoi schemi mentali e dandole la possibilità di "vedere" e di darsi nuove possibilità.


Un caro saluto

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Varie"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Senso della vita

Buonasera! Vorrei scrivere questo post perché mi piacerebbe essere utile a qualcuno che potre ...

4 risposte
Cambiare Psicoterapeuta

Faccio sedute di psicoterapia regolarmente una volta a settimana da ormai quasi 5 anni (con qualche ...

15 risposte
Come essere meno autocritici con se stessi?

Salve, scrivo per chiedere consiglio su come gestire il mio problema. Provo vergogna per me stessa...

7 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.