Varie

Senso di colpa nel tradimento

Ro

Condividi su:

Buongiorno, sono single e ho una relazione da 4 anni con un uomo sposato con 2 figli pre-adolescenti. La storia è iniziata per caso, voluta inizialmente da lui, non sarebbe dovuta durare così a lungo. Poi il sentimento è cresciuto, più da parte mia, e la grande empatia, complicità, l'affinità e l'intesa sessuale che abbiamo (lui mi ha giurato "solo con me") ci hanno portato a trasformare l'avventura in una storia d'amore. Questo perchè io colmo il vuoto che ha: lo riempio di tanto affetto, amore, coccole, baci e carezze che gli mancano. Mi dice che mi vuole molto bene e che non è più innamorato della moglie ma che con lei comunque ci sta bene, ci va d'accordo e gli piace tutto quello che si fa con e per la famiglia.
Lui, mantenuto economicamente dalla moglie, è abbastanza succube e "tappetino" ai comandi di lei che ultimamente ha forti sospetti sul tradimento.
Mentre fino a qualche mese fa lui faceva i salti mortali pur di vedermi, ora soffre di sensi di colpa per quello che sta facendo, che è sbagliato, e quando deve inventarsi una storiella per incontrare me, deve sempre raccontare una mezza verità, perchè ha sempre paura di essere "beccato", ha sempre paura di non ricordarsi quello che ha detto, ha paura che lei non gli faccia più vedere i bambini, ha paura di restare in mezzo ad una strada.
Io gli dico che se vuole vedermi e stare con me, la storia da raccontare la trova, come l'ha sempre trovata ma lui mi risponde con mille scuse: devo tornare a casa alle 19.00 in punto, in quel posto no perchè magari c'è qualcuno che mi conosce, anche se ho detto che sono fuori a cena con l'azienda devo tornare a casa presto perchè in realtà sono a cena con te non con l'azienda....a mio parere risposte assurde per un uomo che ha un'amante.
Cosa ne pensate del suo comportamento, delle sue risposte e dei suoi sensi di colpa? Secondo voi cosa vuole in realtà?
Grazie.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Ro,


dalle sue parole emerge, da parte del suo compagno, scarso interesse nel modificare l'assetto della vostra relazione. Mi spiego meglio: mi sembra chiaro che lui non abbia intenzione di porre fine alla sua relazione coniugale per intraprenderne un'altra con lei, non vuole perdere nulla, nè la sua tranquilla vita coniugale, in cui è pure mantenuto dalla moglie, nè i bei momenti vissuti nella vita extraconiugale con lei. Lei dovrebbe cercare di capire se una relazione con un uomo già sposato è per lei positiva e gratificante oppure sente che vorrebbe altro, prima di pensare a lui ed ai suoi bisogni provi a capire i propri.


Saluti.


 

Il tradimento oltre ad essere un fatto grave e illecito nel matrimonio, da un punto di vista psicologico pone la persona che lo commette prima o poi in un grave stato di prostrazione che in genere si verifica quando


la relazione extraconiugale si è consolidata come in questo caso. Quindi tutte le reazioni di quest'uomo sono in linea con la dinamica psicologica del tradimento. Soffre di sensi di colpa perchè di fatto sta commettendo qualcosa che non dovrebbe fare. E per fortuna che si sente in colpa, altrimenti avrebbe conosciuto un mostro. Quindi le sue risposte non sono affatto assurde. A questo punto o si interrompe la relazione extraconiugale o la relazione matrimoniale. In quest'ultimo caso, la situazione personale e psicologica si aggraverebbe e coinvolgerebbe cinque persone (moglie, figli, lui e lei)

Gentile, la sua è una storia simile a quella di tanti altri in cui uno dei due, in questo caso lei, è coinvolta sentimentalmente e l'altro no. L'uomo con cui intrattiene una relazione non ha intenzione di lasciare la moglie che lo sostiene economicamente e con cui ha una famiglia. Io la invito a riflettere e a decidere di pensare a sé stessa e di non continuare in una storia che non la porterà da nessuna parte. I sensi di colpa di cui questa persona parla altro non sono che la paura di perdere la sua stabilità economica e familiare. Cordialità 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Varie"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come recupero il rapporto con genitori settantenni?

Ho 28 anni (fra poco), una forte guida interiore ma una sorta di timore latente nei confronti di ...

2 risposte
Madre troppo invadente

Salve, sono una donna di 50, serenamente sposata da 20 anni con 2 figli e una buona posizione lavora ...

7 risposte
Mi sento intrappolata

Ciao, ho 23 anni, a novembre 24 e mi sento intrappolata in una vita non mia. Mi ritrovo in un ambie ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.