Attacco di panico solo in autostrada

Maria cristina

Da tempo ho attacchi ansiosi in autostrada ma oggi ho avuto un vero e proprio attacco di panico. Ne ero consapevole. Tachicardia gambe tremanti, sensazione di disorientamento nello spazio. Mi sono fermata, ho bevuto e respirato. Mi succede solo in autostrada e la cosa mii limita molto. Cerco l'aiuto di uno psicologo zona monza, Brugherio, Cologno monzese. Grazie mille

5 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno Maria Cristina

Effettivamente, a lungo andare, questa sua difficoltà potrebbe risultare invalidante. Probabilmente sta attraversando un momento particolarmente impegnativo ed emotivamente difficile. Inoltre se riporta che anche in passato ha manifestato attacchi ansiosi, credo sia il caso di poter, effettivamente, chiedere un supporto ad uno specialista. Ha fatto molto bene a fermarsi, bere e respirare. Si metta sempre in situazioni di "sicurezza".

Se desidera il mio studio si trova a Muggiò, presso la Cooperativa Ippogrifo. 

Dott.ssa Elisa Danza 

Buongiorno ho letto il suo messaggio sugli attacchi di panico in autostrada che la fanno soffrire. Io mi occupo di questi problemi. Ricevo a Monza il mercoledì pomeriggio. Utilizzo psicoterapia EMDR e altri metodi da valutare caso per caso. Se vuole mi contatti per una telefonata esplorativa. Quando vuole  ne possiamo parlare.

Dr. Paolo Ciotti psicologo psicoterapeuta 

Gentile Maria Cristina,

nei miei anni di pratica come psicoterapeuta ho affrontato più volte questa problematica con diverse persone che per un periodo della loro vita vi hanno avuto a che fare. È una situazione che crea sofferenza e limitazione, ma si può superare.

Se desidera maggiori informazioni, o direttamente un colloquio, può contattarmi con l'apposito modulo, ricevo in via Zucchi, in centro a Monza

Cordiali saluti

Francesca Fontana 

Buona sera, ho letto la sua richiesta. Mi pare abbia consapevolezza di quello che le accade nel momento dell'accesso dell'ansia che - come certamente saprà - prorompe fino all'attacco di panico vero e proprio. È verosimile che lei abbia sviluppato un disturbo di panico (che è distinto dall'attacco di panico), in funzione di precedenti episodi di ansia acuta. Io me ne occupo (purtroppo stiamo attraversando un periodo difficile e si presentano molto più frequentemente questi disturbi). Sarebbe ovviamente necessario approfondire in che "senso" questi sintomi si manifestano nella sua storia di vita, per permetterle di gestirli prima e superarli, senza compromettere la qualità della sua vita. Io risiedo a Milano, al confine con Sesto San Giovanni, il mio studio è facilmente raggiungibile da Monza (io stesso ho lavorato nell'ASL di MB). In alternativa, anche una consultazione da remoto in videochiamata può essere efficace e proficua. Buona serata. 

Salve,

il DAP (disturbo di attacco di panico), è una nevrosi che ha conseguenze ed effetti importanti sia per quanto riguarda i sintomi (psicologici e somatici), sia nel versante psicosociale limitando notevolmente le attività della persona che ne è colpita, (lavoro, rapporto di coppia, rapporti interpersonali, attività varie, amicizie etc.). Il DAP va trattato in modo tempestivo affinchè non cronicizzi al punto di confinare il soggetto dentro la propria abitazione, e nel farsi assistere dalle persone più strette nelle incombenze di tutti i giorni. La psicoterapia breve ad approccio strategico è molto efficace e soprattutto efficiente nello sbloccare e risolvere questa psiconevrosi, io personalmente mi occupo del DAP da molti anni e ricevo anche a distanza su skype.

Cordiali Saluti

Marco Maiani Psicologo e psicoterapeuta Roma