Attacchi di panico

Di cosa soffro?

Vincenzo

Condividi su:

Buonasera, parto facendo la premessa che la mia vita sta per cambiare totalmente in quanto da figlio di casa con i genitori sto per andare a convivere con la mia fidanzata, e non essendo mai stato fuori di casa per più di una settimana questa cosa mi mette agitazione ed ansia. Faccio un altra premessa in passato ho gia sofferto di attacchi panico. Questa ansia a volte mi fa avere paura di perdere il controllo di me stesso, ma riuscivo a gestirla fin quando per informarmi su internet per questa paura sono capitato in un sito che parlava di ossessioni e dall'ora sono entrato totalmente nel panico... Tengo a precisare che sono tutto allorché una persona aggressiva o cose simili, quindi questa cosa mi ha veramente destabilizzato. Vorrei capirne di più grazie mille.

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera , spesso gli attacchi di panico sono causati dalla sensazione di perdita di controllo .


Capita quindi che lo stesso panico aumenti proprio perché si cerca di controllarlo.


Purtroppo le informazioni che si cercano su internet possono spesso sconvolgere il nostro stato emotivo perché nel leggere le notizie andiamo a ricercare proprio ciò che più ci fa paura, aumentando così il nostro stato di tensione.


Lei, da ciò che si evince dal suo scritto, ha una zona di confort importante che è la sua famiglia di origine, nella quale e dalla quale si sente protetto. Potrebbe guardare al suo nuovo futuro non con l'ansia di perdere ciò che ha, ma come la possibilità di ricreare in prima persona con la sua compagna una nuova zona di confort fatta di amore e complicità.


Si ricordi che in lei c'è la forza e l'energia per affrontare tutto, deve solo darsi la possibilità di dimostrarselo, affrontando dal più piccolo cambiamento a quello più grande come se stesse salendo una scala. Ogni gradino è un passo avanti verso il futuro.


Dott.ssa Tricarico Valentina

Salve, mi spiace molto per la situazione  descritta. Le situazioni nuove possono causare ansia. Ritengo comunque utile intraprendere un percorso psicologico al fine di elaborare pensieri e le emozioni connessi alla situazione descritta e trovare strategie utili per fronteggiarla. Se sceglierà di affidarsi ad un professionista, io faccio anche consulti online, resto a disposizione, Dott.ssa G.Mangano

Salve Vincenzo, mi spiace molto per la situazione che descrive poiché comprendo il disagio connesso.probabilmente l'idea di doversi allontanare da casa per la prima volta Per un periodo più stabile ha causato in lei uno stato di agitazione legato ad una paura legata alla separazione.


Sente per caso che le manca stabilità? Perdita di punti di riferimento? Ritengo comunque fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare meglio la situazione con ulteriori dettagli, identificare pensieri disfunzionali che mantengono in atto la sintomatologia e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.


Cordialmente, dott FDL 

Salve Vincenzo, lei si chiede di cosa soffre?


Per capirlo bene bisognerebbe che avesse un colloquo psicologico dedicato, conoscere elementi di quelli riportati qui. Comunque dovrebbe soffrire di un disturbo d'ansia, che si attiva maggiormente davanti ai cambiamenti nella vita o di fronte a nuove responsabilità.


L'entità di questo disturbo va però valutata con una lettura più approfondita attraverso un colloquio conoscitivo diagnostico.


Auguri,


Dr. Vittorio Cameriero 

Buongiorno Vincenzo, sento come molto Adulta, da parte tua, la ricerca di supporto in un momento così importante di cambiamento. Credo ti possa essere utile relazionarti con un professionista con cui poterti confrontare sull’idea che ti sei fatto di poter arrivare a perdere il controllo e sulla paura che questo possa succedere. Come dici, in passato hai già affrontato problematiche legate all’ansia, credo che la consapevolezza che porti oggi possa essere la base su cui partire per fare chiarezza in te e analizzare meglio la situazione attuale liberandola dalle ombre che possono arrivare dal passato e al contempo dagli aspetti illusori che possono provenire da false aspettative o convinzioni patogene. Nella speranza di poterti essere stata utile ti confermo la mia disponibilità ad incontrarsi online per dare assieme un primo sguardo alle problematiche che porti. Ti auguro un buon proseguimento di giornata.


Drssa Alice Mortarotti  

Gentile Vincenzo,


secondo lei cosa lo potrebbe portare a perdere il controllo? Come vive ed esprime la sua ansia? ha già provato a fare dei colloqui per trovare le sue risorse e fronteggiare questa difficoltà oltre che per parlarne, capire quando sopraggiunge, in quali situazioni, se da solo o anche in compagnia, ecc.?


L'ansia o gli attacchi di panico non per forza sono collegati a una incapacità di gestione della rabbia. Lei quando si arrabbia cosa fa? come vive questo momento?


Potrebbe provare a riconoscere i sintomi iniziali per provare così a controllare o gestire o modificare la sensazione, valutare anche la pratica di meditazione, praticare eventualmente uno sport come sfogo personale, ecc.


Se la sua confusione persiste le consiglio di valutare un percorso di psicoterapia dove non solo essere ascoltato e aiutato a trovare possibili strategie ma anche per osservare da una nuova prospettiva questo vissuto e capire come insorge per andare eventualmente a rimodulare i pensieri e le emozioni ad esso associati.


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Attacchi di panico"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ansia e attacchi di panico

Buonasera, sono una ragazza di 21 anni, tendenzialmente ansiosa ma di quell’ansia “sana& ...

4 risposte
Paura di uscire dopo malore

Egregi Dottori, Vi scrivo per avere se possibile un consiglio. A settembre, mentre ero fuori per ...

8 risposte
Non riesco a decidere, ormai la mia vita è segnata

Salve, sono in un momento molto difficile della mia vita e spero di ottenere un aiuto. Dopo una ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.