Attacchi di panico

Sono un ragazzo di 25 anni e soffro di agorafobia

Claudio

Condividi su:

Buongiorno, sono un ragazzo di 25 anni e soffro di agorafobia. Tutto é iniziato quando ho finito scuola a 19 anni e ho deciso di non andare all'universitá per andare a lavorare con mio padre. Agli occhi di uno studente, una giacca, una cravatta e uno stipendio superiore alla media sembravano la scelta migliore. Probabilmente mi sbagliavo. Da li a pochi mesi ho dovuto affrontare l'ostacolo piú grande della mia vita. Mio padre mi insegnó TUTTO di quel lavoro, a partire da come si dialogava con i clienti, a come ci si vestiva, a come si vendeva, a cosa bisognava evitare di dire durante le presentazioni dei prodotti. Sembrava tutto perfetto, fino alla vigilia della prima presentazione al cliente. Quella sera ebbi un attacco di panico, il più forte di tutti, che mi fece finire al pronto soccorso. Diagnosi: Attacchi di panico. Cura: Ansiolitici. Nei mesi successivi mi rimisi in carreggiata e piano piano riuscì a combattere il problema. Ho iniziato ad andare dai clienti con lui, e man mano da solo. Oggi sono 6 anni che convivo con questo problema... L'ansia mi ha accompagnato dai clienti più importanti che ho attualmente, mi ha accompagnato ai meeting in Germania, alle lezioni in Inghiliterra, ma non é mai andata via. Nell'ultimo periodo ho avuto una ricaduta molto dolorosa a livello psicologico. Quando sembrava che stavo iniziando a conviverci, tutto é tornato nero. Credo di aver bisogno di un aiuto da parte di uno psicologo in quanto da solo sembra che non riesca a venirne fuori. Faccio un lavoro che non aiuta minimamente, anzi... Sono tutti i giorni giudicato e sottoposto a confronti intellettuali in quanto vendo prodotti a responsabili di settore che come minimo hanno 20 anni più di me. Vorrei sapere cosa mi consigliate di fare. Attualmente ho i soliti problemi appartenti a questa fobia: Fatica a stare in coda, fatica a rimanere in un posto dove mi sento vincolato e non posso andarmene, fatica a stare tranquillo quando più persone mi stanno ascoltando e guardando... C'è uno psicologo specialista in attacchi di panico con agorafobia a Torino?

9 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Dott. Giorgio Ioimo Torino (TO)

Ciao piacere sono il Dott. Giorgio Ioimo e ricevo a Torino. Ho dei protocolli specifici di intervento per il tuo problema che possono aiutarti velocemente.

chiamami pure senza impegno e ti darò le informazioni che desideri

Caro Claudio, hai un problema doloroso quanto, per fortuna, non grave! Affidati con fiducia ad uno psicoterapeuta della tua zona , magari dj cui hai sentito parlare bene da conoscenti, se formato in terapia breve strategica tanto meglio! In bocca al lupo

Dott.ssa Gloria Monti Forli Cesena (FC)

Buongiorno Claudio, non vi sono dubbi che lei abbia bisogno di essere seguito da uno psicoterapeuta, in quanto le problematiche di cui soffre non scompaiono magicamente da sole, nè possono essere risolte solo attraverso l'assunzione di farmaci. Occorre che lei comprenda, attraverso un percorso psicoterapeutico, l'origine delle sue problematiche attuali, probabilmente di natura traumatica, per poterle risolvere definitivamente. Le consiglio di contattare un terapeuta che pratichi l'E.M.D.R., una tecnica particolarmente efficace in situazioni come la sua. Lo faccia al più presto, non ha senso soffrire potendo stare bene! Saluti cordiali ed auguri
Caro Claudio, da quanto da te descritto deduco che tu abbia le adeguate capacità per prenderti responsabilmente cura di te stesso. La decisione di approfondire il tuo disagio pasicologico con un percorso di psicoterapia la ritengo saggia e sarà sicuramente efficace. Io ti sto rispondendo da Roma pertanto non so indicarti un collega di Torino ma se non riesci a trovarlo ti consiglio di rivolgerti all'Ordine degli Psicologi della Regione Piemonte, i cui riferimenti li potrai facilemnete trovare o in elenco telefonico o chiaramente in internet. Ti faccio i miei auguri e ti saluto cordialmetne.
Gentile Claudio, senza perderrmi in chiacchere le consiglio di cercare uno psicoterapeuta che usa il metodo E.M.D.R., molto efficace in casi come il suo. Dia un'occhiata all'elenco dei colleghi presente sul sito www.emdritalia.it. Cordiali saluti.
Buongiorno, l'orientamento più utile per il disturbo di panico e agorafobia è quello cognitivo-comportamentale. A Torino esiste un grosso centro, l'Istituto Watson, che può trovare in internet che può darle leindicazioni che le servono. In alternativa ho un sito con un il collega Gianni Vincenti, per terapie online di orientamento cognitivo-comportamentale, che può trovare all'indirizzo www.web-therapy.it. Ovviamente si può accedere da ovunque si trovi. Cordialità. Elisabetta Leone
Caro Claudio, dalle tue parole deduco la forza del tuo carattere: nonostante tutte le difficoltà che hai dovuto incontrare non ti sei dato per vinto e hai continuato a svolgere il lavoro di tuo padre. Ma davvero ti piace quello che fai? Come ti senti quando hai concluso un incontro importante con un cliente o un congresso? Ti senti appagato o solo esausto? Credo varrebbe la pena riflettere sulla tua vita, sulle tue scelte. Non sei obbligato a seguire le orme di tuo padre per sentirti realizzato, hai 25 anni e hai ancora molto tempo per provare altre cose, altri lavori, altri ruoli. Sicuramente il lavoro che hai svolto fino ad ora ti ha insegnato molte cose, così come te le ha insegnate tuo padre, ma forse queste tue abilità potresti pensare di spenderle in qualcos'altro. Tutto è esperienza, ma credo sia limitante pensare di non poter cambiare, forse ti dovresti dare un'altra possibilità. Nel frattempo ti consiglio di provare a contattare uno psicologo, potresti affrontare con lui problematiche più latenti e più cruciali per risolvere il tuo problema. I disturbi d'ansia sono molto frequenti e sono risolvibili, spero di esserti stata d'aiuto.
Caro Claudio, sicuramente hai dovuto affrontare molto presto tutte le responsabilità legate al tuo lavoro, un lavoro per di più ereditato da tuo papà. Mi colpisce come scrivi che tuo padre ti ha insegnato tutto di questo lavoro (in carattere maiuscolo), ma è come se mancasse una parte importante di questa competenza, che è proprio la calma e il benessere che vengono meno quando compaiono i sintomi d'ansia. Mi sembra importante la tua decisione di rivolgerti ad uno psicologo per affrontare questi e altri temi della tua storia e che ti aiuti a risolvere i sintomi ansiosi. Resto a tua disposizione per un eventuale colloquio. Cordialmente
Buongiorno Claudio, Dal suo completo racconto si evince una grande capacità di analisi della situazione. Purtroppo, però, la nostra mente a volte non segue la nostra strada, i nostri impegni e va un po' per contro proprio... Gli attacchi di panico sono spesso legati ad un disagio interno che non si riesce ad esprimere in altro modo e cercare la causa insieme ad uno psicologo è una buona via per giungere ad una risoluzione. Può accadere, infatti, che una volta compresa la ragione che sta alla base degli attacchi di panico, questi scompaiano. Al fine di poter aumentare il suo benessere la invito a recarsi presso uno Studio di Psicologia. Il mio Studio è situato a Torino, in Corso Rosselli 194, in una zona comoda ad Avigliana.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Attacchi di panico"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Problema nell'affidare i bambini ai nonni

Buongiorno, sono madre di tre figli (4 - 3 - 1 anno) figli voluti, desiderati e tanto amati. Premett ...

3 risposte
Aiuto: vomito improvviso ogni volta che mangio fuori con il mio fidanzato

Salve! Sono una ragazza di 23 anni, studio Giurisprudenza e sono anche diplomata in una scuola di ...

1 risposta
ATTACCHI DI PANICO?

Buongiorno, scrivo per aver un primo consulto e capire se rivolgermi verso un terapista. Premetto ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.