Autostima

Relazioni con i ragazzi

Emma

Condividi su:

Salve, sono una ragazza di 21 anni e penso di non essere in grado di innamorami. Ho degli amici, una famiglia, tanti affetti, sono anche una persona molto sensibile per certi aspetti ma dal punto di vista fidanzati nulla. In generale sono sempre stata un pò ansiosa in fatto di ragazzi e ho la tendenza a chiudermi in me stessa. Ma ultimamente mi sono messa anche in gioco cercando di superare certe barriere. Fin da ragazzina comunque non ho mai provato granché se non che qualche cotta passeggera in ambito scolastico. Di recente mi sono frequentata con un paio di ragazzi e nel primo caso dopo poco è svanito tutto, nel secondo non ho provato praticamente nulla se non amicizia. Anche baciarli non ha suscitato in me nulla anzi addirittura un paio di volte fastidio. Ora mi chiedo... sarà la mia introversione a portarmi a questa “insensibilità “ che comunque mi fa soffrire, o semplicemente ho frequentato delle persone non adatte per me? Oppure tendo a idealizzare troppo e attendo un ragazzo perfetto che probabilmente non esiste? Ringrazio tutti in anticipo.

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Emma,


colgo attenta riflessione sul vissuto avuto fino ad oggi. Lei quali risposte ha già provato a darsi?


Quale potrebbe essere una "paura" che si cela dietro questo suo comportamento?


Lei dagli altri si sente giudicata? Cosa l'aveva colpita all'inizio di queste persone? Ha già provato riflettere invece su cosa è "svanito" col tempo?


Riferisce che forse "idealizza" troppo l'amore o il ragazzo. E' un aspetto che riscontra anche con altre persone o ina ltri contesti? Per esempio a scuola o al lavoro?


Le consiglio notando curiosità ma anche riflessione personale e leggera confusione di valutare un percorso di supporto psicologico dove formulare meglio queste sue domande, osservare cosa accade dentro di lei, a livello di corpo, di emozioni e quali sentimenti o pensieri avvolgono questi aspetti. Gli incontri sono coperti da segreto professionale e sono senza giudizio.


Conoscere meglio se stessi, i propri punti di forza e perchè no anche ri-formulare con nuove domande o nuove risposte alcuni dubbi che si hanno può essere molto utile per un maggiore benessere personale e per avvicinarsi sempre più a ciò che si desidera per se stessi e per la propria vita.


Le allego un articolo scritto da me per capire quando può essere utile rivolgersi ad uno psicologo perchè non lo è solo quando si sta male o si ha un disturbo "etichettato da diagnosi" ma anche e solo per raggiungere una maggiore autostima o una migliore conoscenza di sè: https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Autostima"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Zero Autostima e continuo senso di fallimento per la famiglia

Salve,Provo a spiegare e chiedere un opinione a voi, cercherò di darvi un'idea del background ...

1 risposta
Insicurezza

Ho più di 30 anni e non sono mai stata accettata per ciò che sono. Da adolescente ero ...

2 risposte
Come non sentirsi sbagliati e diversi

Buonasera a tutti voi, sono Andreina e ho 21 anni. Da quasi 9 mesi la mia vita è cambiata ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.