Condividi su:

Salve ho 20 anni, ho sempre sofferto di ansia da piccola ma non a livelli esorbitanti
Da 3 anni convivo con il Doc da relazione (mi chiedevo sempre se lo amassi o meno) ma piano piano sto riuscendo a mandarlo via perché ho capito che tutta questione di testa e ansia.. Ma 3 giorni fa da un giorno all’altro mentre stavo leggendo un post di un attrice che ha cambiato orientamento sessuale mi è venuto in mente “E se fossi anch’io lesbica?” Questo pensiero mi sta perseguitando, io sono etero al 110% e questo lo so, amo il mio ragazzo quando lo vedo sono la ragazza più felice e tranquilla del mondo, guardo le altre ragazze e come sempre non mi interessano.
Ne ho parlato con mia mamma e un po’ mi ha rassicurata, ho letto alcuni articoli e non ho ansia, perché dentro di me so che è solo un brutto pensiero.. Ma ho paura se mi io mi fissi su questa cosa, mi sento in colpa per quello che penso... durante il giorno mi viene e mi dico tranquilla ora passa, e poi durante la sera si accentua.. non so che fare

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Giada, quello che le sta capitando è normale all'interno di un funzionamento DOC. Non so se ha seguito una terapia in precedenza per i pensieri ossessivi rispetto alla relazione, ma di solito i pensieri ossessivi si possono spostare, possono cambiare fulcro attentivo (in questo caso sono sull'omosessualità). Quello che rimane è il comune funzionamento, ovvero la necessità di azzerare ogni rischio e avere la certezza che quello che si teme non si verificherà e per fare questo cerchiamo tutte le prove a favore, nel suo caso leggere articoli, chiedere rassicurazione alla mamma. Anche il suo criticarsi per quello che pensa, sentirsi in colpa sono tutte conseguenze comuni. Cercare di non pensarci, distrarsi, bloccare i pensieri sono tentativi che possono venire in mente, ma non aiutano a venirne fuori. Per fare sì che questo suo funzionamento e “modo di pensare” si interrompa dovrebbe lavorare sul meccanismo che mantiene il tutto e su cosa c'è alla base dei suoi pensieri ossessivi. Un caro saluto

Salve, come mai dovrebbe essere un brutto pensiero?


Comunque, lei è convinta di essere eterosessuale, quindi non credo che sia qui il problema.


D'altro canto lei stessa si descrive come una persona ansiosa, lo è sempre stata o è successo qualcosa di particolare?


Inoltre, le consiglio di rivolgersi ad un terapeuta per capire l'origine della sua ansia e per poterla fronteggiare al meglio.


Buona giornata.


Dott. Fiori 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbo Ossessivo Compulsivo"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ossessioni, malessere e crisi dei 30 anni

Salve a tutti. Scrivo perché disperata. Passo le mie giornate in un letto, mi alzo solo per ...

1 risposta
Doc omosessuale o omosessualità?

Salve a tutti, sono nuova qui, cercherò di spiegarvi al meglio la mia situazione premettendo ...

12 risposte
Come gestire l’ansia dovuta ad un senso di colpa?

Anni fa, in seguito ad una brutta delusione d’amore credo di aver sviluppato il disturbo osses ...

9 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.