Sono gay? O soffro di Doc? Oppure sono pazzo?

Francesco

Ciao, mi chiamo Francesco ed ho 19 anni, sin da piccolo sono stato attratto delle ragazze con diverse cotte per loro. In prima media ho sofferto un abuso sessuale da parte di un ragazzo di due anni più di me. Praticamente ero andato a casa sua e lui da dietro mi dominava e io mi levavo sempre. Da la non ci ho mai più pensato avevo scoperto la masturbazione e la praticavo guardando film porno Etero. Mi piaceva tutto della ragazza, e volevo stare al posto del maschio sempre, dominare una ragazza. Io toccavo sempre le ragazze ed ho avuto diverse note per questo. A 13 anni a casa di alcuni amici ho sofferto di nuovo un abuso sessuale. Loro volevano sperimentare e io ho detto di no abbiamo fatto a turno qualche rapporto orale e io dall'inizio avevo detto di no e appena l'avevo fatto mi veniva da vomitare e sono andato in bagno a lavarmi. Loro poi tra di loro hanno continuato e mi hanno obbligato a farmi penetrare. L hanno fatto appena ho sentito il pene dentro non ero per niente eccitato e mi ha fatto malissimo. Da la non ho piu avuto nessun esperienza omosessuale. Mi ero fidanzato e andava tutto bene nella vita sessuale che ho sperimentato a 15 anni la prima volta. Solo che mi e rimasto in mente quello che era successo e mi sentivo inferiore. La masturbazione spontanea viene sempre pensando alle ragazze ma poi vado su un porno e il primo istinto e io che domino pero poi mi sento inferiore e come un obbligo che mi fa proprio schifo vado su pornografia gay pure non volendo e mi sento dominato e vengo cosi, non succede sempre raro ma non e la felicita che provo quando lo faccio sulle donne. Dopo essermi lasciato da una relazione di due anni che sono stato malissimo il primo mese e dopo mi sono ripreso. Avevo cominciato ad avere erezioni nelle chat erotiche vedendomi come passivo, pero se tipo voleva che ci vedevamo lo bloccavo come se e qualcosa che non fa parte di me, avendo giocato a calcio e negli spogliatoi erano tutti nudi non provavo nessuna eccitazione e interesse per i maschi nudi. Invece con la mia ragazza avevo subito un erezione. Da un anno a questa parte sono innamorato di una ragazza ma le fantasie con gli uomini continuano ad esserci e mi ha fatto perdere il fascino che provavo prima per le donne, e ogni volta che mi masturbo sembro obbligato a farlo con i maschi perché non sono all'altezza di una donna. Premetto che un fisico maschile non mi eccita per niente, baciare un maschio manco, mi eccita solo la cosa di essere dominato da un apparato maschile che mentre mi masturbo sui video porno mi sembra che mi eccita ma dal vivo mi fa più che schifo. Sono innamorato di una ragazza e ci sto malissimo perche ho paura che io non la amo veramente, che io non sono al altezza sua e poi ho paura che non e vero amore. Quando sto vicino a lei mi sudano le mani mi viene da balbettare ed ho le farfalle nello stomaco. Poi quando mi ha preso in braccio ho sentito il mio battito impazzire e dopo quando sono andato a casa ero il più felice del mondo. Io conosco diverse persone Bisex o gay. Io non sono omofobo, e una cosa normale che un maschio ama un maschio oppure una donna ama una donna. Solo che io non mi sento cosi e da qualche mese ho cominciato ad avere proprio grandi dubbi sulla mia eterosessualità. Provando guardando porno etero e gay per vedere quali mi eccitano. Cerco su internet sempre una cosa per convincermi che non lo sono. Cerco di evitare ogni cosa che parla di persone gay. Mi ripeto a me stesso di essere eterosessuale. Comincio ad avere crisi di identità con idee suicidatorie. Ansia panico, ho pure altre ossessioni per esempio guardo la Tv e il volume deve essere sempre paro, oppure se devo abbassare il volume di due numeri lo abbasso di 4 e poi lo alzo di 2 numeri. Salgo le scale in un modo specifico senno secondo me porta sfiga. Mi lavo le mani dopo ogni cosa che tocco senno ho paura di essere sporco. E un altra cosa quando esco in giro vedo solo le ragazze e mi attraggono fisicamente ma i uomini no. Mi dispiace per il messaggio lungo ma sto malissimo. Grazie.

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve, mi spiace molto per la situazione descritta, comprendo la sofferenza che lei descrive. Sarebbe utile intraprendere un percorso psicologico al fine di elaborare pensieri e le emozioni connessi alle situazioni descritte e trovare strategie utili per fronteggiarla. Se sceglierà di affidarsi ad un professionista, io faccio anche consulti online, resto a disposizione, Dott.ssa G.Mangano