Psicoterapia

Da un paio d anni soffro d'ansia e panico

Giulia

Condividi su:

Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni, mamma di un bimbo di quasi 3 anni..
E niente, diciamo che questo mio problema arriva dopo la nascita di mio figlio (premetto che prima ero molto indipendente), un parto x me molto difficile e doloroso, sono stata male x due mesi abbondante, forse avrò fatto pure depressione post partum, mi sono chiusa ancora di più in me stessa, cmq lui un bimbo buonissimo, tornati casa cmq era tutto uno stress, la casa nn era pronta, siamo stati 2sett da mia mamma, i suoi se venivano era solo se c era lui, se lui non c'era tornavano indietro, poi sempre battute di brutto gusto diciamo a me e ai miei genitori, poi litigate con lui (sempre x la sua famiglia) e qua lui non vedeva nulla di ciò che la sua famiglia mi diceva o parlava(tutt ora anche ad oggi e cosi), poi quando mio figlio aveva 4 mesi, una sera mi sono sentita male diciamo e da lì ho scoperto di avere l ipertiroidismo, la testa me andata in tilt ho iniziato ad aver ansia panico ogni volta che stavo sola, dopodiché e uscita l ipotiroidismo i kg persi li ho recuperati tt, ma la testa purtroppo ha continuato a far brutti scherzi diciamo, a volte penso di aver qualcosa di brutto dato che non mi riconosco più. Iniziato la cura e tutto quanto, ancora oggi ne assumo, non ho mai chiesto aiuto x paura vergogna, anche se volevo, e il mio problema e grande si e ho paura che cmq nn si risolve. Tante volte dico vado via da sola con mio figlio o me ne sto sola a casa con mio figlio, non ce la faccio non ci riesco mi viene male, non riesco più a far nulla da sola e sono stanca di questo. Vorrei raccontare ancora di più ma credo di finire il foglio x spiegare con più dettagli e raccontare più cose. Vi prego datemi dei consigli su cosa devo fare, sto impazzendo e nn riesco a godermi mio figlio nelle uscite da sole. Sono stanca mentalmente
Grazie infinite a chi risponde

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buon giorno Giulia,


come tu hai giustamente osservato, la gravidanza e le situazioni famigliari che si sono poi venute a creare ti hanno messa in crisi. Crisi che non si sta riassorbendo nel tempo e con la crescita del bambino ma si stanno strutturando e cronicizzando. Il motivo e la risoluzione di queste ansie credo che le potrai comprendere ed affrontare solo facendo un percorso di terapia che ti aiuti.


Se vorrai iniziare un percorso per gestire ansia, stress e sbalzi di umore, contattami o scrivimi una mail a robertamaieli@gmail.com.


Ti porgo un cordiale saluto.


Roberta Maieli

Gentile sig.ra,


per risolvere l'ansia e gli attacchi di panico sarebbe opportuno rivolgersi ad uno psicoterapeuta. Vedrà che se adeguatamente supportata riuscirà a stare meglio e a godersi suo figlio. Se dovesse avere difficoltà ad uscire di casa può richiedere una consulenza online.


Non abbia paura o vergogna nel chiedere aiuto, quando si soffre e si sta male la miglior cosa e rivolgersi a chi ci può aiutare, lei il primo passo l l'ha fatto, ha scritto qua!


Cordiali saluti.


Dott.ssa Verena Elisa Gomiero

Gentile Giulia,


 dal suo messaggio mi sembra di intravedere molta paura, sensazione di solitudine, "macigno" che la sta "affossando" sempre più ma anche tanta voglia di rinascita e di rimettersi in gioco. 


Per la parte medica lei è seguita da un esperto? Cosa le dicono? Come sta andando con la cura? Cosa intende con "ma la testa purtroppo ha continuato a far brutti scherzi diciamo"? Come mai non riesce a valutare una situazione casalinga e di vita da sola con suo figlio? Come è suo figlio? 


Dal suo racconto, per ora, l'unica soluzione che mi sento di darle è di valutare un percorso di psicoterapia dove poter riflettere, osservare da una nuova prospettiva questi suoi pensieri ed emozioni. Gli incontri sono coperti da segreto professionale e sono senza giudizio. Sì chi fa questo lavoro fa anni non solo di studio teorico ma anche di lavoro su stesso per imparare a non giudicare la difficoltà ma a cercare insieme la strategia migliore per la persona. Ogni difficoltà può essere un "macigno" per se stessi e magari una "sottiglitezza" per un altro: tutto però deve avere senso perchè alla base del nostro benessere c'è proprio una maggiore conoscenza di se stessi e il trovare le proprie strategie di vita (più appropriate). Tenendo sempre a mente che ognuno di noi è unico e irripetibile.


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, eventuale percorso online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Cara Giulia, ci vuole calma e pazienza, i problemi psicologici sono risolvibili, ma da sola non ce la può fare, occorre farsi aiutare da un professionista. Dopo il parto e lo scompenso tiroideo l'equilibrio si è incrinato a livello fisiologico, però intuisco che vi sono problemi di altro tipo non affrontati adeguatamente e la sprofondano sempre più in un abisso di impotenza e tristezza. Un abbraccio


Resto a disposizione, se desidera chiarimenti, ricevo a Padova, Feltre e anche online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ansia

Salve Ho 22 anni, frequento l'università e ormai da 1 anno le lezioni in DAD. Sono fidanzato ...

2 risposte
Genitori oppressivi e con pregiudizi

Salve, sono una ragazza di 28 anni, da un pò frequento un ragazzo che i miei genitori hanno ...

2 risposte
Non capisco questo momento.

Buongiorno, sono una signora di 49 anni, ho una bella famiglia con un marito e una figlia che mi ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.