Mio figlio ha paura di soffocare con il cibo

Marianna

Buonasera,
mio figlio di 9 anni ha paura di soffocare con il cibo.
Domenica durante il pranzo, ha mangiato un pezzo di carne, probabilmente un po' troppo grande, si è reso conto di non riuscire ad ingoiarlo e lo ha sputato.
Questa sera durante la cena mi ha parlato di questa sua paura, io l'ho rassicurato dicendogli di stare tranquillo, di masticare bene e che comunque non è così frequente che qualcuno soffochi con il cibo.
Ora... non so se sono "fasi" che I bambini passano, oppure la sua è una vera e propria paura.
Domenica durante il pranzo non è successo nulla, nel senso che non gli è andato di traverso il cibo, ma semplicemente essendosi accorto che era troppo grande lo ha sputato.
Chiedo gentilmente il vostro aiuto per avere consigli e poter risolvere la situazione, o eventualmente valutare l'ipotesi di chiedere aiuto ad un esperto.
Grazie infinitamente
Marianna

3 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno Marianna, spesso i bambini attraversano delle fasi che poi passano. Magari ha visto qualcosa di simile o ne ha sentito parlare e si è spaventato. Lo rassicuri, ma al tempo stesso non minimizzi ciò che prova, altrimenti non si sentirà compreso, piuttosto appunto provate a trovare assieme delle soluzioni, es. piccoli pezzetti o altro. Io aspetterei a rivolgermi a qualcuno di esperto e vedrei se passa. Provi anche ad indagare i motivi parlandone con lui.

Cordialmente

Katia Stoico

 

Gentile mamma,

da come scrive sembrerebbe che si sia spaventato però si potrebbe anche valutare di vedere un attimo come va. Magari se la paura lo blocca, chiedere cosa gli fa paura nel deglutire, ecc.

Lui come reagisce quando si avvicina l'ora dei pasti? E' presente solo da poco tempo o da sempre? Quando è iniziata la paura? 

Se la difficoltà periste le consiglio di valutare un incontro di supporto psicologico per essere aiutati e per trovare insieme una strategia eventuale.

E' una paura comune nei bimbi però ha fatto bene a chiedere consigli e pareri aggiuntive.

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia e online

Salve Marianna, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare suo figlio e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa accogliere le emozioni di paura di suo figlio, normalizzandole e contestualizzandole alla situazione che si è verificata: capita spesso, anche ai grandi, di "prendere male le misure"; credo comunque che se la situazione persista sia necessario richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.

Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL