Autostima

Ho spesso problemi di autostima, come migliorare?

Maria

Condividi su:

Spesso mi viene da pensare che non sono capace di fare una determinata cosa oppure che potrei farla, ma che questa sicuramente mi riesca male perché non sono brava abbastanza.
Vorrei intraprendere nuovi percorsi, cercare un nuovo lavoro più remunerativo per poter mettere soldi da parte, andare a vivere da sola e fare finalmente ciò che voglio fare nella vita.
Però sono bloccata da molte cose. La paura di non farcela, la paura di fallire. Origine di queste ansie e paranoie è sicuramente il rapporto non sano con mia madre. La quale mi ha sempre criticata per qualsiasi cosa. E mi critica tutt'ora. Dice che non sono capace di fare niente. Dice cose davvero cattive. Cose che tempo fa mi avrebbero fatta stare più male di così, ma che adesso mi fanno dispiacere e basta. Perché sono cresciuta e maturata negli ultimi tre anni e grazie al cielo adesso reagisco in maniera più controllata alle sue provocazioni. Anni fa mi facevo "rimpicciolire" dalle sue critiche e dalle cattiverie. Ci stavo male ed ero più fragile. Adesso sono più forte. Ma mi fa dispiacere comunque
Vorrei avere sostegno da parte sua. Vorrei che mi dicesse"tu puoi fare quello che vuoi nella vita perché sei una ragazza capace ed intelligente" io credo in te.
Non mi ha mai detto niente di simile. mai. So che non deve servire la "benedizione" della propria mamma però questa cosa psicologicamente mi ha fatto male negli anni. Questa sua carenza. Litighiamo di continuo. Non abbiamo per niente un buon rapporto.
Lei è una persona frustrata ed infelice. E io sono sempre stata una valvola di sfogo per le sue insicurezze e insoddisfazioni. Però io non penso ciò che mi dice. Io penso di essere capace. Io posso essere capace. Ma le sue parole rimbombano nella mia testa. E mi fanno sempre sentire insicura e inadeguata.
L'unica cosa che mi farebbe stare meglio è andare via da questa casa. Lontana dalla sua influenza negativa. Lontana da ogni negatività.

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Maria,


Ha tante risorse e non riesce a far uscire fuori. La sua paura la blocca ma bisogna che a poco a poco ,passo dopo passo questa paura possa diventare coraggio.


La mia indicazione è quella di prendersi uno spazio dedicato ad un supporto psicologico per lavorare sulle sue risorse , sulle paure e del suo rapporto con la figura di riferimento.


Rimango a disposizione per una consulenza 


Saluti


Dott.ssa Margherita Motta

Gentile Maria,


è vero che la "benedizione" non porterebbe a nulla di nuovo ma è anche vero che ogni tanto abbiamo i nostri bisogni più nascosti che emergono e che giusti o sbagliati possono farci del male.


La paura e il blocco sono importanti e sono aspetti da non sottovalutare perchè possono essere provocati da problemi di autostima, da paura del giudizio altrui, ecc. Lei si è mai fatta un complimento?


Io sono certa che avrà delle sue risorse e che se ci pensa è riuscita a perseguire dei suoi risultati nella vita quotidiana piccoli o grandi. L'obiettivo per di più non è importante o da svalutare solo in base alla grandezza o difficoltà nel raggiungimento ma anche per cosa significa per noi, per chi è rivolto, a quale causa, ecc.


Cosa avete già provato a fare lei e mamma per instaurare un dialogo? Come si potrebbe fare a valutare eventualmente che mamma per esempio di una torta è capace di mostrare e "regalare" solo una piccola fetta?


Le consiglio di valutare un percorso di psicoterapia individuale per essere ascoltata, aiutata e per riscoprire in un luogo neutro, senza giudizio e coperto da segreto professionale eventuali nuove risorse personali e possibili strade meno tortuose ma più lineari per tornare a vivere la sua vita a 260°.


Le linko un articolo scritto da me sperando di far cosa gradita:


- https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/articoli/aumentare-la-propria-autostima.html


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia e online

Buon pomeriggio Maria,


dalle sue parole si comprende pienamente il suo vissuto rispetto al rapporto che ha con sua madre e i suoi desideri di poter modificare la modalità di comunicazione con lei.


Ciò che in realtà può fare è prendersi cura di se, attraverso training che l'aiutino ad esplorare e consolidare le sue competenze e aumentare la sua assertività, punto focale per relazionarsi in maniera più efficace e affrontare il dolore derivante da una relazione disfunzionale.


Cordiali Saluti


Dott.ssa Sofia Solinas

Salve Maria, mi spiace per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio connesso.


So che è difficile, ma l'autostima deve basarsi su se stessi e non sugli altri poichè gli altri non sono sempre fonte di giudizi positivi: molto spesso le valutazioni provenienti dagli altri sono anche dettate da loro esperienze e stati d'animo che nulla hanno a che vedere con le nostre reali qualità. Non diamo dunque agli altri questo potere di decidere chi siamo realmente.


Ritengo che possa essere utile richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare meglio la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.


Credo che un percorso psicologico cognitivo comportamentale possa essere utile al fine di identificare i pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che impediscono il benessere desiderato e mantengono la sofferenza in atto.


Resto a disposizione, anche online.


Cordialmente, dott FDL

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Autostima"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

La mia storia

Voglio raccontare la mia storia. Fin da piccolo ho fatto fatica ad avere amici. Gli unici amici che ...

2 risposte
Come si spiega il fatto che quando mi sento con una ragazza tendo a pensarla sempre?

Salve, vi scrivo urgentemente per un problema che mi sono reso conto di avere. Come si spiega il ...

3 risposte
Non so nemmeno io

Sento un conflitto con me stessa. Non riesco a portare niente a termine, inizio lo faccio bene e poi ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.