Non mi fido del mio ragazzo

Benedetta

Salve, ho 24 anni e sto da 7 anni con un ragazzo, anche se in tutti questi anni abbiamo avuto sempre tira e molla. Adesso invece abbiamo raggiunto dopo tanto tempo un certo equilibrio. L’ unico problema è che io non riesco più a fidarmi di lui ma credo sia dovuto al fatto che sono una persona molto insicura, poiché lui si è sempre comportato bene nei miei confronti, non mancandomi mai di rispetto. Ogni volta che lui esce a me vengono crisi di panico e non riesco più a gestire questa situazione. La soluzione sarebbe quella di lasciarlo ma non voglio perderlo per questa mia insicurezza. Cosa posso fare?

3 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Benedetta, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile Benedetta,

già dal suo messaggio si osserva che sta provando a riflettere riguardo a questo aspetto: "ma credo sia dovuto al fatto che sono una persona molto insicura,".

Avete provato a parlarne? Lui fa qualcosa nello specifico per crearle questo disagio? Quanto riuscite essere onesti tra di voi? 

Le consiglio di parlare molto con lui, magari aprirsi in riferimento a questa sua paura cercando insieme di trovare una soluzione per esempio quando esce inoltre di valutare anche un percorso di psicoterapia individuale dove insieme a un esperto andare a osservare da una nuova prospettiva, da quando è presente questa paura, se nella sua storia di vita ci sono stati degli abbandoni o delle sofferenze inerenti la fiducia e così da una più profonda conoscenza personale cercare di trovare le sue strategie e risorse personali per tornare a vivere la sua coppia e la sua vita a 360°.

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, Rivoli e online

Buongiorno Benedetta. La fiducia è qualcosa che si crea col tempo e quando le condizioni sono adatte. Il fatto di aver un trascorso di tira e molla tra di voi potrebbe aver influenzato il processo di costruzione della fiducia, che invece potrebbe essere favorito ora che vi trovate in una situazione che dice essere più stabile. Cerchi di individuare i punti positivi della vostra relazione rispetto al passato e dare loro valore, ascoltando anche se stessa per capire ciò di cui ha bisogno.
Nel caso in cui le sue insicurezze dovessero minare seriamente il modo che ha di rapportarsi con il partner, potrebbe essere utile per lei un percorso con un esperto al fine di indagarne l’origine.
Se lo necessitasse, mi rendo disponibile anche online per un percorso di questo tipo.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.