Autostima

Piango tutte, o quasi tutte le notti, e non so come smettere

Rosaria

Condividi su:

È da molto tempo ormai che spesso di notte piango per varie ragioni, infatti di notte iniziò a pensare cose spiacevoli su me stessa e non ho nessuno con cui voglia parlarne. Per esempio l’aspetto fisico, sono abbastanza in carne, e nonostante ci provi a mettermi in forma non riesco a fare a meno di ingozzarmi di cibo fuori orario dei pasti o a fare attività fisica. Molto spesso sono sola e non esco perché ho ansia di incontrare ragazzi o ragazze più o meno della mia età e non so come affrontare questa cosa. Come faccio a smettere e superare tutto?

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Rosaria, sembra che tu abbia in parte chiaro quello che ti fa soffrire. Ma da ciò che scrivi sembrerebbe invece che non riesci a parlarne con nessuno. Forse il primo passo da compiere è proprio questo, ovvero rivolgerti a qualcuno che possa ascoltarti, perchè l'ascolto di un/a terapeuta potrebbe dare sollievo al pianto, alla sofferenza e favorire la costruzione di un percorso che ti aiuterebbe a trovare una maggiore sicurezza in te stessa.


Un saluto


A.S.

Cara Rosaria,


la tua è un età parecchio difficile, in cui le relazioni sociali hanno un peso davvero importante. Il corpo diventa la vetrina della personalità e le sue imperfezioni possono portare una forte angoscia che inevitabilmente incide sulle modalità di approccio relazionale con gli altri. 


L'umore ne risente, soprattutto la sera, quando da soli facciamo una sorta di conto di fine giornata e il cibo finisce col rappresentare un'alta fonte di soddisfazione purtroppo temporanea e controproducente.


La tua situazione è comprensibile e credo molto più frequente di quanto tu possa immaginare. Come mai non hai voglia di parlare con nessuno? Non c'è un'amica o un parente con cui senti di poterti confidare?


Ciò ti permetterebbe di sentirti meno sola e ti risolleverebbe il morale, andando a cambiare un pò la direzione di questa ruota che sta girando nel verso sbagliato.


Ti auguro tanta solidarietà.


 


Dr.ssa Michaela Mortera

Salve, mi dispiace per la situazione che sta vivendo al momento, mi rendo conto che non è semplice.


Le vorrei chiedere che opinione ha di se stessa e come si è evoluta nel tempo. Inoltre, come si manifesta in lei l'ansia?


Credo che per lei sia importante sfogarsi con qualcuno, ha mai pensato ad un consulto psicologico?


Comunque stia tranquilla, essendo molto giovane ha tutto il tempo per trovare un miglior equilibrio psicofiico, ma bisogna agire.


Rimango a sua disposizione.


Dott. Fiori

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Autostima"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Autostima e peso della responsabilità

Salve a tutti sono una ragazza di 21 anni. Scrivo per chiedere aiuto riguardo al fatto che lotto da ...

4 risposte
Vuoto alla testa

Salve, sono una "ragazza" di 32 anni che non sa neanche cosa significhi la parola Autostima. Non ne ...

9 risposte
Ho paura del giudizio altrui

Sono una donna di quasi 40 anni, con un buon lavoro e molto carina, ma mi sento sempre inadatta, non ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.