Autostima

Ripartire...non ci riesco

Massimo

Condividi su:

In questo periodo, definito da alcuni saturno contro...tutto gira storto...
Ho nascosto tutti i problemi nella corsa, come fosse il tappetto dove nascondi la sporcizia interna. Nel momento che per un grave infortunio non ho potuto usare questo "tappetto"...sono sorti i problemi.
Da quelli più leggeri a quelli più importanti...sebbene guarito non sono più capace di tornare ad allenarmi...trovo mille scuse...non trovo più piacere nel farlo...ho eliminato tutto il mondo esteriore, chiuso amicizie, rinunciato ad uscire ( anche se queste due ultime cose sono già tre anni che ho rinunciato, dopo che non ho avuto il coraggio di portare a termine la separazione, perdendo la persona che avevo al mio fianco), insomma lavoro e casa. Ho detto a mia moglie che non l'amo, ma che gli voglio bene, ma neanche ora riesco a separarmi, paura economica del futuro mio e suo, anche se lei si è dimostrata più forte di me. La mia relazione ora diventata amica, non possiamo restare lontani...litighiamo, ma se uno manca all'altro ci cerchiamo giorno dopo giorno di nascosto dai nostri partner...lei dice che vuole stare tranquilla e serena, e non dire bugie al marito, non vuole che ci vediamo..ma mi cerca e io cerco lei...ora anche un incidente stradale. E' un periodo nero... dovrei ripartire io come persona, ma non ci riesco..in passato le scelte fatte sempre pagate a caro prezzo...non ho più il coraggio di scegliere per me stesso...per il mio bene...lascio che la vita scorra...e la subisco. Grazie a chi può darmi una mano.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera, sono la dottoressa Tricarico Valentina .


Leggendo le sue righe percepisco lo sconforto la delusione e la confusione . La rabbia del non riuscire a ripartire.


Il fatto però che lei abbia scritto queste righe e che chieda consigli e confronti mostra come lei sia pronto a ripartire ,ma che le manchi solo di schiacciare il tasto play per la reale riattivazione energetica.


Quando ci sentiamo bloccati, come incapaci di riprendere le redini della nostra vita è sempre importante non guardare alla complessità dei problemi che ci circondano, ma provare ad affrontare una cosa per volta. La prima cosa da fare è quindi schiacciare il pulsante della ripresa attiva della nostra vita.


La corsa nella sua vita non credo fosse un nascondere i problemi ma un modo per ricaricare fisico e mente. Probabilmente l'attività sportiva la fa sentire vivo, e questo non è un fattore negativo tutt'altro. Potrebbe provare a riprendere ad uscire e fare prima un attività più soft, pianificando una ripresa reale nei prossimi tre mesi.


La relazione con la sua ex moglie probabilmente non si è chiusa completamente, avete bisogno l'uno dell'altro, probabilmente siete entrambi ancora legati a livello intimo e mentale. Questa relazione va rispettata e non deve farvi vivere come due ladri, ma anzi date sempre linfa ed energia nella vita a tutte le relazioni positive, che siano di amicizia o di amore.


Vedrà che rimettendosi piano piano in gioco ricreata nuovi rapporti di amicizia più appropriati alla nuova persona che si prepara a diventare.


Cordiali saluti Tricarico Valentina

Salve Massimo, mi spiace molto per la situazione che descrive poiché comprendo il disagio connesso. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare pensieri disfunzionali che le impediscono di mettere in atto il cambiamento e di raggiungere il benessere sperato, esplorando la situazione con ulteriori dettagli al fine di trovare strategie utili a fronteggiare momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi superiormente.


È un percorso cognitivo comportamentale posso aiutarla diversificare i fattori che mantengono in atto la sofferenza e le impediscono il cambiamento, Analizzando anche eventi passati che possono in qualche modo aver condizionato il suo attuale modo di pensare.


Resto a disposizione, anche online.


Cordialmente, dott FDL 

Buongiorno, Sig. Massimo,


Mi dispiace per la sua situazione. Se lei si trova qui a riflettere e ad esporre i suoi dubbi, probabilmente c'è una spinta in lei verso il cambiamento oltre alla sensazione di subire una vita che non sta scegliendo. Questa può rappresentare una risorsa importante sulla quale far leva. Le consiglierei di intraprendere un percorso psicologico, naturalmente sulla base delle sue possibilità attuali (servizi pubblici, centri convenzionati, studi privati), per lavorare sulle sue emozioni e consapevolezze, nonché sui suoi desideri e sulle relazioni che caratterizzano la sua esperienza di vita quotidiana.


A presto,


Dott.ssa Marianna Larocca 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Autostima"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

La mia storia

Voglio raccontare la mia storia. Fin da piccolo ho fatto fatica ad avere amici. Gli unici amici che ...

2 risposte
Ho spesso problemi di autostima, come migliorare?

Spesso mi viene da pensare che non sono capace di fare una determinata cosa oppure che potrei farla, ...

4 risposte
Come si spiega il fatto che quando mi sento con una ragazza tendo a pensarla sempre?

Salve, vi scrivo urgentemente per un problema che mi sono reso conto di avere. Come si spiega il ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.