Sogni
Dott.ssa Monica Di Girolamo

Significato sogno

Gli innumerevoli studi che hanno tentato di chiarire la natura umana hanno preso ben poco in considerazione proprio la fonte della conoscenza di sé, il massimo serbatoio delle ...

07 Aprile 2014

Domande e risposte

leggi tutte le domande
Come interpretare un sogno

Salve, mi chiami Cristina ed ho 24 anni. Ho fatto un sogno che mi ha destabilizzato molto. Premetto di aver perso mio padre all’età di 8 anni e recentemente anche suo fratello, al quale ero molto legata, è deceduto. Il sogno è stato dall’inizio angosciante e quasi illusorio, è ambientato in una casa grande, a 3 piani ed io sono in compagnia di un caro amico (orfano di madre), in breve, arriviamo su in mansarda e ci sono due stanze con le porte aperte, io guardo in una e trovo la mamma di questo amico sul letto. Io sono consapevole che la persona in questione è venuta a mancare e penso quindi che nell’altra stanza ci sia mio padre. Ansiosa e felice di vederlo (siccome non l’ho mai sognato) mi appresto ad entrare ma trovo mia sorella in lacrime, mi arrabbio con lei perché non mi aspettavo di vederla lì e lei non reagisce, a questo punto arriva mio zio che mi dice che è tutto un’illusione, la casa fa vedere cose che in realtà non ci sono. Grazie mille in anticipo.

2 risposte
Sognare aggressioni maschili

Salve, Vi ringrazio per la possibilità di richiedere questo consulto e per l'attenzione che mi sarà dedicata. Sono una ragazza di 21 anni. Ho sempre avuto un carattere tendenzialmente ansioso che mi ha portato, fin da piccola, ad avere sogni molto spaventosi e cruenti (morti violente dei miei cari, morte mia per soffocamento o annegamento etc.) e recentemente a sviluppare anche un'ipocondria. Da circa due anni sogno di essere aggredita da uomini maturi: essi mi inseguono, mi picchiano, cercano di uccidermi o violentarmi. Poco tempo fa sognai addirittura di essere disabile e di essere portata sulla sedia a rotelle da un ragazzo, il quale mi trascurava e ignorava a tal punto da lasciarmi andare sotto una macchina con la mia conseguente morte. Pur essendo "solamente sogni", naturalmente essi mi turbano e spesso mi fanno piangere, spingendomi dall'altro lato anche alla riflessione: questi sogni ricorrono abbastanza frequentemente e ritornano nel momento in cui mi trovo a frequentare sentimentalmente un uomo, che nel mio caso è davvero "uomo" poiché sempre più grande di me (almeno dieci anni in più). Infatti la mia attrazione sessuale e sentimentale si rivolge inevitabilmente verso uomini adulti che mi ispirino un forte senso di protezione, cura e virilità. E nonostante io assecondi questo bisogno, finisco sempre, inconsciamente, col sentirmi aggredita e violata da loro. Tutto questo mi rattrista profondamente e turba la mia sfera sentimentale. Non so individuare una causa né un approccio sensato e sereno. Quali passi dovrei compiere per migliorare la situazione?

4 risposte
Sogni ed insicurezze

Salve a tutti, mi chiamo Alaska e ho quasi 18 anni, questa è la prima volta che provo a parlare di quello che mi succede, con qualche adulto.
Spesso faccio sogni angoscianti, per esempio, mi capita spesso di sognare di essere inseguita o di persone che provano a uccidermi, ma non sono mai persone che conosco, altre volte sogno di piangere disperatamente, per poi svegliarmi senza energie, come se il sogno mi avesse risucchiato. E qualche tempo fa ho sognato di essere stuprata, e vorrei capire il perché di tali sogni, o se c'è qualche ragione che possa spingere il mio subconscio a farmi vivere determinate scene più e più volte, anche se con scenari differenti. So che ci può entrare la vita giornaliera, io sono una persona abbastanza insicura, non riesco a guardare le persone negli occhi per più di un tot, ogni volta che devo andare davanti la classe a parlare mi sento male.
Spesso non riesco a concentrarmi in classe, e con la mia bassa autostima non riesco a farmi notare dalle persone che mi circondano, per paura del loro giudizio, so che ora sto divagando, ma vorrei che qualcuno mi sapesse consigliare come fare. A volte ho come l'impressione di essere depressa, e non vorrei abusare di questo termine, ci sono giorni in cui dormo a malapena 5 ore, ed altri in cui passerei la vita a dormire, ci sono periodi in cui non riesco a guardarmi allo specchio, senza avere una crisi di pianto ed ogni volta finisco con il rimanere a letto tutto il giorno. Con il cibo è la stessa cosa, o non mangio o mi abbuffo.
Ho continui sbalzi d'umore, mi arrabbio per un nulla e piango perché mi sento una pessima sorella, figlia, amica. Mi faccio del male da sola, non lo so perchè lo faccio, ma me ne rendo conto e non riesco ad evitarlo, ogni volta che provo frustrazione o rabbia mi colpisco la gamba o anche la testa con le mani, e mi sento male nel farlo perché una parte di me non lo vuole fare, ma è come automatico. Cosa c'è di sbagliato in me? Come faccio a essere una sorella migliore? Una figlia migliore? Come posso fare per sentirmi bene con me stessa? Vorrei poter andare da uno psicologo, ma non me lo posso permettere, quindi vi ringrazio.

2 risposte
Cosa significa sognare di essere incinta?

Buongiorno a tutti. sono una ragazza di 21 anni e Vi scrivo perchè vorrei raccontarVi un sogno ricorrente, e vorrei capire cosa può significare. Per alcune notti, non notti di seguito, ho sognato una cosa che mi ha colpito un pò. Ho sognato di essere incinta. Non ho mai avuto rapporti sessuali, nè ho intenzione di averne in un futuro molto vicino, perchè non ho un fidanzato; non ho dati, quindi, per pensare che sia un sogno premonitore di una qualche mia paura. (Piccola parentesi: ho scelto IO di non averne per il momento, per aspettare la persona giusta. Avrei potuto, se avessi voluto. E non mi pento della mia scelta) Il sogno non comprendeva rapporti sessuali, nè veniva specificato chi fosse il padre nè a me veniva in mente di pensare con chi avessi fatto sesso. Lo ero, e basta. Questi sogni hanno poi svolgimenti diversi. Alcune volte il sogno comprende un parto, altre volte sentivo solo di avere la pancia gonfia. Questa sensazione fisica è stata proprio presente particolarmente la notte scorsa: sentivo davvero realisticamente il ventre pesante e gonfio; svegliandomi mi sono poi accorta che in realtà era solo il cuscino premuto contro la mia pancia. Sempre nel sogno della notte scorsa, inoltre, non era presente un parto; semplicemente volevo andare da un medico, che non voleva ricevermi (non ricordo per quale motivo), e quando finalmente ha voluto ricevermi, la mia pancia “si è sgonfiata“. Un'altra cosa interessante, credo, è che, in una situazione del genere, nella vita reale non la prenderei bene. Infatti inizierei a pensare che la mia vita cambierà drasticamente per stare appresso a un bambino, che non potrei più studiare ecc. In questi sogni, invece, non sono angosciata. Semplicemente,capisco di essere incinta e sono preoccupata di organizzare al meglio l'evento che ci sarà. Inoltre, non è neanche presente un rimprovero dei genitori, che in questi sogni sono piuttosto marginali, infatti non ricordo bene cosa dicono o facciano in questo di sogni. Quel che è certo, però, è che una sgridata (che nella vita reale ci sarebbe, eccome!) da parte loro è assente.Ricordo che in un sogno che feci qualche anno fa, loro e mia sorella erano con me al momento del parto per darmi sostegno morale, ma non eravamo in una sala operatoria bensi a casa di mia nonna materna, su una sedia della cucina (?????!!!). Cosa possono significare questi sogni? Grazie mille in anticipo!

2 risposte
Cosa vuole rappresentare il mio sogno?

Ogni tanto mi capita di passare del tempo a pensare e ce un pensiero che continua a passarmi per la mente: é di sera in una casa che non ho mai visto ma so che é mia e ho appena preparato una cena al lume di candela (io nella vita sono single) e ad un tratto arriva una donna che non conosco non la vedo in volto ma so che é la mia fidanzata e dopo cena mi alzo mi inginocchio davanti a lei e le chiedo di sposarmi e lei mi risponde di si infine ci baciamo... Secondo voi può significare qualcosa?

6 risposte
Il mio inconscio cosa cerca di dirmi?

Salve. Mi chiamo Rebecca e mi capita spesso di svegliare scombussolata dopo dei sogni pieni di ansia. E soprattutto molto realistici. Sogno spesso di essere perseguitata da una presenza, che quando si rivela ha le sembianze di una bambina, ma una bambina posseduta. Essa cerca di portarmi via le persone a me care così che io mi arrende e mi lasci prendere. Rapisce le persone vicine per arrivare a me, e non ne capisco il significato. Il secondo sogno molto recente che non capisco è: ci sono delle persone in divisa, tutta nera, che assalgono luoghi pubblici e uccidono la gente. L'unica che riesce a nascondersi sono io, e loro continuano a cercarmi. Alla fine riesco a rifugiarmi in una fattoria in campagna con il mio cavallo bianco a cui nel sogno sono molto legata. Loro mi trovano grazie proprio a questo, riconoscendo il mio cavallo fuori al pascolo. Mi stanno x prendere e mi sveglio. Come posso spiegarmi ciò? Chi potrebbe rappresentare il cavallo? E perché faccio questi sogni, il mio inconscio cosa cerca di dirmi? Vi ringrazio in anticipo. Cordiali saluti.

5 risposte
Sogno persone che mi seguono e vogliono uccidermi

Gentile Dott. /ssa Mi chiamo Stela e ho 22 anni. Io ho un problema che mi sta preoccupando sempre di più. Da bambina avevo paura dal buio e di stare da sola in casa. Crescendo continuavo ad avere questa paura dal buio, spesso dormivo con la luce acesa e mai da sola in camera. Quando avevo 12 anni ho sognato che qualcuno aveva ucciso la mia vera madre e secondo il sogno io ero adottata dalla famiglia con la quale vivo da sempre. Da allora hanno cominciato gli incubi e spesso pensavo di fugire di casa con questa fissazione in testa di essere adottata. Non ne ho parlato con nessuno per 2 anni, piangevo sempre, mi sentivo diversa, mi sentivo persa, ero caduta in depressione. A 14 anni ho avuto una crisi un giorno sempre legata al sogno e i miei mi hanno portato dal neurologo che mi ha riempito di medicine. Ho continuato ad avere crisi e attacchi di panico ancora dopo per un anno. Continuavo a sognare cose strane pero da per un po' di tempo stavo abbastanza bene. Due anni fa per alcuni mesi sono stata di nuovo male, ogni notte sognavo bambini che mi chedevano aiuti, bambini morti,bambini che morivano nelle mie mani. Non ho potuto dire niente a nessuno trane mio ragazzo che mi diceva di andare dal dottore, ma non sono mai andata, mi vergognavo. Da un mese di nuovo sogno persone che mi seguono e vogliono uccidermi oppure persono che muoiono. Questo mi fa essere sempre nervosa, piango, non mi sento bene con me stessa, sono sempre debole e questa situazione sta causando grandi problemi con mio ragazzo. Lui è stanco di me, dice che sono neurotica e non c'è la fa più. Ci lasciamo ogni settimana, ci mandiamo al diavolo ed io mi sento terrorizzata dal idea che lui non sia con me perché è l'unica persona con la quale parlo di queste cose. Ormai sta con me per compassione e mi dispiace davvero che siamo venuti fin qua. Le chiedo gentilmente di darmi qualche consiglio per uscire da questa situazione. Vi ringrazio anticipatamente

4 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.