Stress

Come non stressarsi?

Iris

Condividi su:

Buonasera, mi sono appena iscritta..
Questa settimana ho avuto ansia, stress, mi sono anche sentita triste, disperata, ho avuto mal di testa, mal di stomaco. Ho 26 anni e lavoro 5 ore da lunedì a sabato (più 1ora di andata e ritorno), sono al primo anno di infermieristica. Sto cercando di studiare e organizzarmi anche con la scuolaguida. A casa ho una sorella di quasi 23 anni che ha lasciato gli studi a 16 anni, non lavora, non ha mai lavorato. Il mio altro fratello è all'ultimo anno delle superiori ma dice che non ce la fa quest'anno e vuole mollare, a me dispiace tanto, già mi preoccupo di mia sorella, per mio fratello ancor di più. Mio padre quando arriva a casa dal lavoro, guarda la televisione ad alto volume..mia madre entra quasi sempre in camera e mi interrompe. Vorrei trovarmi una psicologa che mi aiuti a non preoccuparmi e di stare serena

7 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Iris,


mi dispiace per questo momento e doloroso che sta passando. Sicuramente le servirebbe essere aiutata a preoccuparsi meno e "distaccarsi" da tutti questi pensieri per migliorare lo stato di salute in questo delicato momento storico che tutti stiamo vivendo.


Se le può essere di aiuto, le do la mia disponibilità per un colloquio conoscitivo.


Un saluto.


Dott.ssa Nicoletta Giaquinta

Buongiorno Iris, 


arriva chiara la sua richiesta di aiuto e il suo malessere quotidiano, che non avendo ancora preso parola si somatizza nel corpo. Il pieno ha bisogno di fluire in uno spazio adeguato, così come lei indica nella sua ricerca di una psicologa. 


Le dò la mia disponibilità per un primo colloquio. 


Un cordiale saluto, 


Dr.ssa Veronica Rinaldo 

Gentile Iris, buon pomeriggio. Il momento è particolarmente critico di per sé. È da un bel po’ che facciamo sacrifici e l’umore in generale non è dei migliori. Il malessere di cui parla è frutto di tutta questa situazione. Da parte sua sta cercando di costruire il suo futuro, giorno per giorno, anche con la scuola guida. Tornando a casa, anziché vedere persone attive che si danno da fare, trova un po’ tutti in una condizione di stallo. Cosa si può fare? Tanto! Un sostegno in questo senso può essere molto efficace. Parlandone in modo più approfondito, raccontandosi, troverà già un grande sollievo. Non deve essere facile vivere l’ambiente familiare in questo modo. Troverà senz’altro una specialista che potrà accogliere le sue domande, perplessità per aiutarla in questo momento così particolare, così da non preoccuparsi e star un po’ più serena. Potrebbe pensare a cosa la fa stare bene e dedicare del tempo a sé stessa. Quando avrà recuperato un po’ di energie, potrà dare una mano, qualora lo volesse anche agli altri. Le auguro davvero il meglio!


Cordialmente, Dottor Savasta.

Buongiorno,


da quanto ha scritto mi sembra che ci siano molti elementi che rimandino ad un alto livello di stress percepito. La reazione allo stress è una caratteristica normale del nostro organismo ed è di per sé adattiva. Grazie ad essa, infatti, siamo in grado di ritrovare il nostro equilibrio psicofisico...ma che succede quando gli stimoli stressogeni che percepiamo sono costanti e prolungati?


Stress prolungati potrebbero influenzare in maniera particolare il benessere psicologico, attivando costantemente il nostro sistema nervoso simpatico e generando così ansia anticipatoria.


A sua volta l’ansia e la paura sono gli aspetti fisici della continua valutazione del pericolo da parte del nostro corpo. Questi fenomeni possono anche venire innescati da innumerevoli segnali coscienti o inconsci, e hanno il potere di modellare i nostri pensieri, il nostro comportamento e i nostri sentimenti.


Un lavoro psicoterapeutico le permetterebbe di lavorare sul suo stato di tensione, paura e agitazione che sono caratteristici dello stato ansioso con l’obiettivo di andare progressivamente ad aumentare le sensazioni di rilassatezza e di benessere. Inoltre tale tipologia di percorso le permetterà di lavorare sul vissuto emotivo che causa il disagio che ha descritto.


Personalmente mi occupo di psicoterapia ipnotica ericksoniana, e tramite essa è possibile costruire un percorso volto all’accrescimento degli stati di rilassamento e di sicurezza in se stessi.


Buona giornata


Dott. Daniele Delfino

Salve, da quello che dici mi sembra che tu stia facendo già tanto per loro e trovo sano che tu voglia occuparti un po' di te stessa. La stanza della psicoterapia è il luogo ideale. Se vuoi ci sono...puoi contattarmi via WhatsApp o email per tutte le informazioni del caso oppure chiamare per un appuntamento, è possibile vederci anche online se ti aiuta al momento. Io sono a Empoli puoi vedere la mia scheda.

Iris da quello che racconti mi verrebbe da chiederti ma il tempo e lo spazio per te dov'è? le tue giornate sono piene ma non sento momenti di piacere, sembra che tutto sia troppo! Ti preoccupi di tutto e tutti ma non stai mettendo te al centro.


Mi sembra che anche il tuo ruolo di sorella maggiore tu lo stia vivendo con pesantezza, sembra che il tuo sia un ruolo genitoriale. siete tre fratelli non più bambini, ognuno libero di fare le sue scelte e di condividerle con l'altro.


Se hai bisogno di uno spazio tutto tuo per poterci confrontare insieme contattami pure


Dottoressa Chiara Cabboi


Empoli

Gentile Iris,


dalla sua descrizione sembrerebbe trasparire voglia di "germogliare" e realizzare se stessa ma anche importante solitudine. 


Oltre al lavoro e allo studio cosa fa nel suo tempo libero? Ha amiche? Com'è stato il dialogo e com'è il dialogo in famiglia? Cosa la porta a voler intraprendere un percorso di maggiore conoscenza personale?


Mi sembra, inoltre, che lei abbia un carico emotivo e personale significativo. Pensare non solo a se stessa ma anche alla sua famiglia e ai fratelli e sorelle non è semplice. 


Dal racconto si intravedono anche molte risorse interne su cui sicuramente puntare il suo futuro e ricorrere non solo in eventuali momenti di "sconforto" ma anche e soprattutto per concretizzare al meglio la sua vita e i suoi sogni. 


Lei conclude la richiesta dicendo di voler trovare uno psicoterapeuta.


Io spesso consiglio che un percorso breve o lungo, questo in base anche alle richieste della persona, può essere utile perchè andare dallo psicologo non significa star male ma può essere indicato anche solo per conoscere meglio se stessi, per imparare a gestire alcune emozioni personali, per capire bene cosa si vuole dalla vita, in una futura coppia, ecc. 


Gli incontri sono coperti da segreto professionale e detraibili da 730 perchè "spesa sanitaria". Potrebbe anche valutare non solo il tipo di orientamento più indicato per lei ma anche e soprattutto come si trova con il professionista se conoscendolo si sente a suo agio nell'apririsi e nel trattare certi argomenti.


Alla base di una buona terapia c'è l'alleanza terapeutica tra professionista e persona cioè se c'è fiducia, se ci si riesce ad aprire,... Potrebbe infine anche valutare la sua modalità "migliore" o "più comoda": online, così da avere più tempo per lei, meno spostamenti in pullman o macchina oppure fisicamente in studio privato.


Ho scritto a tal riguardo un articolo: https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/


Articolo inerente, invece, ai servizi online: https://www.psicoterapiacioccatorino.it/servizi-online-torino/


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, eventuale percorso o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Stress"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Stress e difficoltà relazionali

Buongiorno, Sono un padre di 29 anni. Dalla nascita di mio figlio, nel 2017, ho lasciato la mia ...

7 risposte
Sono stressata e ogni tanto penso al suicidio

Salve, sono una ragazza di 18 anni in questo ultimo periodo sono molto stressata e non reggo per ...

5 risposte
Vorrei piangere ma non ci riesco sempre

Salve, sono Giulia e ho 18 anni, è da molto tempo che provo una sensazione di confusione ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.