Autostima

Come posso accettarmi?

Francesco

Condividi su:

Salve a tutti è la prima volta che scrivo su questo sito, non credevo che l'avrei mai fatto, ma la voglia di cambiare le cose mi ha portato qui. Sono sempre stato un ragazzo impacciato e insicuro, non mi sono mai considerato davvero bravo in qualcosa ed è da un po' di tempo che non ho nessun motivo per alzarmi dal letto la mattina e 'lottare' nella vita di tutti i giorni. Nella maggior parte dei casi riesco a non pensare e grazie all'apatia riesco in qualche modo a sopravvivere. In questo periodo però mi sento davvero distrutto e ho sempre voglia di piangere e chiudermi in me stesso, mi spiego meglio: sono sempre stato solo, ho avuto qualche amico ma tutti i miei rapporti hanno vita breve, in quanto ho litigato con praticamente tutti i miei migliori amici (sicuramente sono io il problema perché se si litiga con tutti non si può sempre incolpare gli altri.) Per non parlare della sfera amorosa, non ho mai avuto una ragazza e non sono mai piaciuto davvero a qualcuna e mi sono sempre sentito una nullità. Fisicamente mi faccio schifo (non so come dirlo in un altro modo) e nonostante io ci provi non riesco a piacermi e di conseguenza a sentirmi più sicuro. So di essere giovane e di avere tutta la vita davanti ma vi assicuro che questo non rende meno frustrante lo stare sempre da solo. Più passa il tempo più mi ripeto che sto buttando via anni della mia vita (che a detta di tutti dovrebbero essere i migliori), ma non so cosa fare per modificare questa situazione. Come si fa ad accettarsi per come si è? Come posso riuscire a convivere con me stesso anche se non mi piaccio? Sono domande stupide ma non so davvero cosa fare, tutti i miei coetanei fanno esperienze in tutti i campi mentre io sto qua ad autocommiserarmi e a pensare a quanto sono sbagliato. Spero che si capisca qualcosa di quello che ho scritto, grazie.

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Caro Francesco, ha fatto bene a scriverci. Sicuramente è in un periodo di grossa sofferenza, ma è ancora molto giovane ed ha capito probabilmente già da sé che deve trovare un altro modo per vivere la sua adolescenza, che è una fase non facile per nessuno, ma che può anche avere momenti molto pieni e belli. Cerchi una/o psicoterapeuta nella sua zona, (privatamente, o chiedendo indicazioni a scuola o in un consultorio), possibilmente esperto nell'età adolescenziale e provi a iniziare un percorso che l'aiuti a trovare la strada per piacersi e volersi bene. Se necessita io sono a disposizione. Ricevo a Monza


Moltissimi auguri


 

Caro Francesco


18 anni sono un'età difficile.


A volte i nodi delle tappe non conquistate vengono drammaticamente al pettine in qst fase di vita.


Se puoi prova a parlarne coi tuoi e potrebbe essere utile farsi aiutare per compiere questo passaggio che pare diventare difficile e rischia di proseguire in calo (penso all'umore depresso che descrivi) mentre la giovane età fa supporre un grande margine di lavoro e miglioramento.


Per piacersi bisogna far dei passi prima non basta vedersi allo specchio perché il problema è nello sguardo non nell'immagine, solitamente


Ti faccio i miei auguri per una Buona Strada


 

Ciao Francesco, la prima cosa che mi ha colpito della tua lettera è la tua voglia di cambiare la situazione in cui attualmente ti trovi: è questa la benzina necessaria per andare avanti sulla strada della vita! Inizia dunque a voltare pagina  facendo cose che non hai mai fatto: leggi, esci per una passeggiata nella natura, cerca un lavoro (se hai concluso la scuola), vai al cinema,  prova a fare qualche attività o sport che magari ti ha sempre incuriosito guardando i coetanei o i video sui social. Buttati, sperimenta, osa! È importante che in un momento in cui sei assalito da pensieri cosi “’ingombranti” occupi la mente  concentrandoti totalmente su quello che fai.


Ogni uomo è ricco di talenti e capacità, dunque non scoraggiarti perché  forse  devi solo scavare più profondamente in te per scoprire le mille potenzialità.  Sono sicura che una volta trovato quel qualcosa che ti fa sentire bene sarà semplice e consequenziale l’approccio con nuovi amici che condividono le tue stesse passioni. Per quanto riguarda il fisico: sei proprio sicuro che non c`è nemmeno un particolare che apprezzi? Gli occhi, i capelli, le mani: saranno pure piccoli particolari, ma potresti iniziare da questi per amare te stesso. La palestra e l’attività fisica sono buone alleate per rafforzare l’autostima e l’abilità di raggiungere gli obbiettivi prefissati! Non credi che se inizi tu per primo a stare bene in compagnia di te stesso sarà naturale starti vicino anche per una ragazza?


Ora prenditi pure il tempo per te, per fare in qualsiasi momento SOLO ciò che ti fa stare bene senza alcun pensiero e se non c’è cerca, cerca, cerca… perché è proprio vero che chi cerca trova! Se ti può aiutare potresti provare a fare una sfida con te stesso ogni mattina: scrivi su un foglio almeno 1 cosa nuova da sperimentare durante la giornata e almeno 3 cose che alla fin fine non sono poi così male della tua vita (l’abitazione in cui vivi, l’atteggiamento gentile di un negoziante, le particolarità della tua città ) e a fine giornata concludi aggiungendo qualche riga in cui esprimi le emozioni provate, belle o brutte che siano.


Accetta la sfida, se vuoi!  


Se vuoi scrivimi pure in privato!


Ciao Francesco!


 

Buonasera Francesco, le domande che poni non sono affatto stupide, anzi, tutto il contrario. Probabilmente postresti aver bisogno di intraprendere un percorso terapeutico , ti aiuterebbe a lavorare su te stesso, porti degli obiettivi, trovare dei motivi per alzarti da quel letto. La tua famiglia? Con chi vivi? Come intervengono per spronarti.


Puoi rivolgerti al servizio pubblico, cercare consultori nella tua città, avresti la possibilità di confrontarti , mi sembri un ragazzo riflessivo, gestiresti e lavoreresti bene in un percorso terapeutico.


Resto a disposizione

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Autostima"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come si deve reagire se il bambino non vuole più andare a scuola

Buonasera sono la mamma di Alessandro che frequenta la seconda elementare, è da tre settimane ...

4 risposte
Perché tutti mi reputano una nullità?

Buongiorno, mi chiamo Giorgia e ho 19 anni. Dall'anno scorso il mio stato d'animo è cambiato, ...

3 risposte
Sono una ragazza molto insicura e non so come superare questa mia fragilità.

Salve, sono Chiara e ho 23 anni, vi scrivo perché ho capito di essere una ragazza molto insic ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.