Disturbo Ossessivo Compulsivo

Soffro di disturbo ossessivo compulsivo e sono facilmente sotto stress, sempre in ansia

Marina

Condividi su:

Salve, premetto che soffro di disturbo ossessivo compulsivo - anche se la mia psicanalista non ha ancora voluto mettermi al corrente della diagnosi, per sua scelta - e sono facilmente sotto stress, sempre in ansia. In questo periodo, in particolare, il solo uscire di casa per andare a scuola mi crea un forte disagio, con un conseguente aumento della temperatura corporea, tanto che ero convinta di avere la mononucleosi, o la toxoplasmosi. Ho fatto gli esami e con mia grande sorpresa, dopo più assenze scolastiche, ho scoperto di non avere assolutamente niente, tutto è nella norma. La consapevolezza di non avere niente di concreto mi ha messa in allarme, soprattutto perché da domani dovrò tornare a scuola e sopportare il mio dolore - fattore che non fa altro che incrementare il mio stress -, come ho già fatto, fino a una settimana fa. E' un inferno, dico solo questo. Non ho più voglia di fare niente, ho perso ogni interesse, provo apatia per tutto. Come potrei fare? Come posso stare meglio?

14 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Prova apatia per tutto, ma non perde il suo spirito di ricerca errante, evidentemente. Se posso permettermi un consiglio provi a restare nella sua stanza d'analisi, a tollerare tempo e spazio, provi a dare mente al suo corpo, e corpo alle sue emozioni. Non sono certo malattie, i suoi vissuti, sono la sua vita. 

I migliori auguri. 

Salve Marina non so perchè dici di avere un DOC (disturbo ossessivo compulsivo), a me sembra Ansia generalizzata comunque, se non ricavi benefici dalla terapia ti suggerisco di sentire una seconda opinione, mi sebra di aver capito che sei giovane e quindi guarirai molto molto in fretta. Prova con una terapeuta o un terapeuta cognitivo comportamentale credo possa giovarti. Non preoccuparti i Disturbi d'Ansia si trattano e anche bene, tu sei giovane e se sei motivata al trattamento potrai ottenere ottimi risultati ed una vita più serena, alla tua età non è giusto stare così male. 

Un caro saluto

 

Dott.ssa Barbara Bulla Monza e Brianza (MB)

Buongiorno Marina,

non entro nel merito del lavoro della collega che attualmente la sta seguendo ma ritengo che, come da regolamentazione deontologica, il professionista debba comunicare la diagnosi al paziente e se lei sta ricercando aiuto attraverso un canale di questo tipo significa che forse non si fida della sua terapeuta.

Detto questo ritengo che per lei sarebbe opportuno effettuare un intervento comportamentale per imparare a gestire l'ansia, le preoccupazioni e, di conseguenza, il disagio ad andare a scuola.

Un cordiale saluto

Cara marina

Dalle tue parole emerge una grande sofferenza e la difficoltà in cui ti trovi in questo momento. Purtroppo non esiste una ricetta su “cosa fare”. Mi sento però di sottolineare che hai già un percorso di psicoanalisi avviato con la tua terapeuta, potresti fidarti di lei e dei motivi per cui non ti comunica la diagnosi.. a volte non è necessario etichettare i nostri comportamenti ma risulta più utile andare oltre per capire i nostri funzionamenti, le motivazioni, il contesto e quello che ci spinge..

Dott.ssa Alice Iacono Monza e Brianza (MB)

Carissima Marina,

c'è un approccio terapeutico di nome ACT, è una terapia di terza generazione cognitivo-comportamentale che utilizza la mindfulness. Gli studi mostrano che è il miglior trattamento evidence based per diversi disturbi, tra i quali il dist. ossessivo compulsivo che scrivi di avere...

rimango a tua disposizione per maggiori informazioni

Dott. Artabano Febo Pescara (PE)

Mia Cara, presumo che tu abbia vissuto degli eventi frustranti nell'età che và dai 6 agli 8 anni. In questi casi, personalmente, preferisco intervenire per mezzo dell' Ipnosi Terapia Vigile al fine di dissolvere i significanti emotivi degli eventi frustranti del passato causa del malessere attuale. Per ulteriori delucidazioni puoi telefonarmi. Ciao, a presto.

Carissimo, mi sembra importante per te effettuare un lavoro terapeutico dove comprendere l'origine e la motivazione dei tuoi comportamenti ossessivo-compulsivi e rassicurare questa tua parte impaurita e spaventata di dover tornare a scuola. . Scoprire le proprie difficoltà così presto è un'opportunità per te e per la tua vita, sei giovane e puoi fare un lavoro di cambiamento alla ricerca di una solida base di ben-essere sulla quale poggiare il tuo presente e futuro, coraggio! Ti faccio un grande augurio di felicità, un caro saluto

Cara Marina, la sua difficoltà probabilmente e' riconducibile ai suoi vissuti, alle relazioni con i suoi genitori o le figure di accudimento, il suo IO al momento non e' stabile, e' oppresso da vincoli e "chiusure" imposte dal suo contesto. Sarebbe molto importante inoltre poter esplorare i suoi lutti e come ha vissuto l'infanzia. Data la sua giovane età, ritengo abbia tutte le risorse e possibilità per risolvere la sua difficoltà. Se vuole fare un primo colloquio gratuito nel mio studio a Bergamo non esiti a contattarmi,

Buongiorno Marina,

come mai si rivolge a un servizio di questo tipo, se ha già una psicanalista che la sta seguendo? Non sarebbe meglio porle a lei queste domande?
Non cerchi la strada più veloce, spesso non è la migliore.

Buon pomeriggio,

 

Dott. Enrico Catalano Milano (MI)

Ciao Marina,

il fatto che tu sia facilmente colpita dallo stress e dall'ansia, che si esprimono con una preoccupazione verso il contesto scolastico e con sintomi fisici, mi induce a consigliarti un tipo di terapia diverso dalla psicoanalisi. Questo perché un approccio come quello psicoanalitico tradizionale (interpretativo, puramente verbale e legato all'analisi del passato) potrebbe non andare incontro alle tue esigenze concrete e attuali di superare questo momento così difficile e di ritrovare interesse verso le cose.

Poi sta a te valutare se senti che il tuo percorso terapeutico ti sta aiutando ad affrontare la situazione che vivi o se ne preferisci uno più attento alle tue esigenze nel presente.

Dott. Franco Tramarin Treviso (TV)

Buon pomeriggio Marina, Le consiglio di acquistare e di leggere il seguente libro: Debellare il senso di colpa, autore Lucio Della. Seta, editore Marsilio. Se ritenne poi di sperimentare una relazione terapeutica  mi scriva.

Buona vita.

Dott. Gianni Di Nuzzi Milano (MI)

Gentile Marina, Il disturbo ossessivo-compulsivo (distinguibile in due tipologie: disturbo d'ansia ossessivo-compulsivo e disturbo ossessivo-compulsivo di personalità) indica una diagnosi piuttosto importante con ricadute significative nella vita di chi ne soffre. Non entro nel merito di ciò che fa la collega, mi limito ad evidenziare alcuni aspetti degni di attenzione. Anzitutto, noi psicologi abbiamo l'obbligo di comunicare in maniera chiara e trasparente le informazioni emerse, per cui se le occorrono chiarimenti li chieda in modo diretto. Sulla terapia, posso dirle che la mia esperienza clinica -avendo trattato con successo tale sindrome- mi porta a concludere che gli approcci più efficaci sono quelli integrati, laddove si affronta il disturbo muovendosi lungo più direzioni, quindi la psicodinamica (cioè il mondo interno) ma anche la terapia di supporto (cioè il sostegno psicologico e le strategie concrete per affrontare i problemi quotidiani). Difficile aggiungere altro senza una conoscenza diretta, posso solo precisare che la patologia in questione, se adeguatamente trattata, può divenire gestibile al punto da consentire alla persona una sufficiente qualità della vita. Un cordiale saluto

Cara Marina,

mi dispiace sentire che una ragazza così giovane come te soffra già in modo così forte. Dalle tue parole sembra che la scuola ti crei molto disagio. Hai problemi con qualche insegnante o con qualche compagno/a? Hai amicizie tra i tuoi coetanei? Forse le tue paure di avere qualche malattia esprimono un disagio profondo, che vale la pena venga ascoltato. Racconti di avere già una psicanalista, e di sapere la tua diagnosi ma non perchè lei te l'ha comunicata. Ti sei quindi documentata tu rispetto ai sintomi che ritieni di avere? Spesso leggendo su internet le definizioni dei disturbi psicologici diventa facile immedesimarci con le varie patologie, ma lascerei ad un esperto il compito di valutare la situazione. Non convincerti di essere necessariamente malata, la sofferenza si esprime in molti modi, ma non tutti sono disfuzionali. A volte l'ansia e il disagio sono solo un campanello d'allarme che ci indica che qualcosa non sta andando per il verso giusto. Il percorso psicologico è la strada corretta da seguire, per combattere l'ansia invece puoi pensare di prendere i fiori di bach, li trovi in Erboristeria o farmacia e sono naturali, ma molto efficaci. Continua così e non mollare. In bocca al lupo!

Buongiorno Marina, per affrontare il disturbo Ossessivo Compulsivo é consigliabile rivolgersi ad un terapeuta cognitivo comportamentale che ti aiuti a lavorare concretamente sulle tue difficoltà.

Ti suggerisco di leggere il libro "avrò chiuso la porta di casa?" della casa editrice Erickson che spiega con efficacia cosa sia il doc e colme possa esservi utile lavorarci su. É un buon inizio per affrontare autonomamente le tue difficoltà.

Buona giornata

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbo Ossessivo Compulsivo"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Paura di essere trans

Ho già scritto in questo sito, riguardo ad una paura davvero grave.. Quella di suicidarmi...

4 risposte
Ho bisogno di aiuto - COPPIA / SINDROME TOURETTE

Gentile Staff buon pomeriggio, ho una richiesta di aiuto in merito ad una bruttissima situazione in ...

5 risposte
Paura di suicidarmi

Parto con il dire che sono sempre stata una ragazza solare, allegra ma anche molto ansiosa, fin da ...

8 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.