Autostima

Relazione con un uomo più grande

Esmeralda

Condividi su:

Buonasera, arrivo da una relazione finita, ho un figlio di 6 anni. Ho incontrato un uomo complicato e meraviglioso, e’ più grande di me di 18 anni. Stiamo bene entrambi insieme, però non si decide a dirmi ti amo e a dichiararsi. Ed io sono sempre incerta del suo amore per me, forse perché ho bisogno di conferme? Lui dice che me lo dimostra con i fatti non con le parole. Come mi devo comportare ? Grazie

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Esemralda,


Lei vede i fatti che lui fa, che sostituiscono le parole che lei vorrebbe sentirsi dire?


Se si, allora è a cavallo; altrimenti, ci sarà da aprire un dialogo con lui ed esprimere il suo bisogno di sentirsi dire che la ama.


Le auguro di poter risolvere la situazione, anche per la serenità di suo figlio, che probabilmente potrebbe sentire la sua tensione e tristezza.

Buonasera Esmeralda,
da quello che scrive lei esce da una relazione lunga e mentre leggevo la sua domanda inevitabilmente ho pensato a tutte le grandi aspettative che investono le possibili nuove conoscenze. Un misto di voglia di rimettersi in gioco e al contempo paura di sbagliarsi e rimanere scottati. Ecco credo sia molto importante non temere di potersi aprire anche in questo senso cioè dicendo cosa temiamo e cosa immaginiamo per noi stessi. Questo perché credo sia fondamentale permettersi di essere visti e a quel punto comprendere dall’altra parte cosa si sta provando e come veniamo percepiti. Credo sia inutile porre dei diktat... Molto più utile dire quello che si sta sentendo e dare all’altro la possibilità di esprimersi.

Buonasera,


Cosa intende dicendo che quest'uomo è complicato? Lei si chiede se abbia bisogno di conferme; come sta, oggi, in questa relazione? Perché è così importante per lei che lui si dichiari?


I 'fatti' di cui lui parla, sono manifestazione nelle quali lei si sente amata? SE non è così, si chieda perché, e cosa le manca. Se invece lei sta bene nella relazione così com'è ora, si chieda cosa significa per lei avere una dichiarazione d'amore da lui.


Avete parlato di quello che volete da questa relazione? È chiaro che non si può mai sapere come proseguirà, ma è anche importante che vi sia un confronto, un'almeno parziale visione comune, su ciò che vi aspettate l'uno dall'altro.


Spesso vi sono diversi modi di esprimere l'amore, ed è utile imparare a comprendere il 'linguaggio' del mio partner. È anche importante, tuttavia, che possiamo confrontarci sul nostro progetto di coppia, insomma su quello che desideriamo per la relazione che stiamo vivendo.


Mi spiace di averle posto molte domande e nessuna risposta, alle volte tuttavia abbiamo proprio bisogno di trovare la domanda giusta.


Carissimi auguri,


Dott.ssa Valentina Cozzutto

Gentile Esmeralda,


l'aggettivo che lei ha usato per descrivere quest'uomo ("complicato") mi ha messo un po' sul chi va là: di solito si usa questa parola per indicare una persona che, inconsciamente, sentiamo come poco disponibile ad una relazione profonda, cosa che lei stessa conferma nel prosieguo della sua lettera.


Non ci dà molti altri indizi per comprendere la situazione nel suo complesso, ma già il fatto che lei si senta insicura del suo amore e che gli chieda conferme senza riceverne (o almeno non a ricevere quelle che vorrebbe) dovrebbe portarla a riflettere attentamente sul tipo di investimento affettivo che sta facendo.


Le consiglio una consultazione psicologica per comprendere meglio i suoi bisogni e le sue priorità in questa fase della sua vita.


Molti auguri

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Autostima"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Genitore possessivo all'università

Buonasera, gentili psicologi. Nel parlarvi del mio problema, comincio raccontandovi un aneddoto ...

2 risposte
Insicurezza e paura del confronto

Buongiorno a tutti. Sono una ragazza di 22 anni. Sto affrontando un periodo difficile e da poco ho ...

1 risposta
Come uscire al più presto da un blocco universitario?

Salve, sono una ragazza di 22 anni e sono all'inizio del mio primo anno fuori corso. Sono sempre ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.